Proroga organi dei quartieri, Romizi e Agnolucci: "E' legittima la decisione del sindaco?"

"I quartieri della Giostra sono stati letteralmente “privati” della loro autonomia statutaria. È legittimo tutto questo?"

Sull'ordinanza del sindaco che rinvia al 31 ottobre le nomine dei nuovi consigli dei Quartieri intervengono Francesco Romizi e Angiolo Agnolucci.

"Il sindaco - scrivono in una nota - ha deciso, con un proprio atto che andrebbe definito d’imperio, la proroga degli organi sociali dei quartieri della Giostra: i soci non potranno riunirsi in assemblea se non quando la situazione sanitaria lo consentirà. E comunque non prima del 31 ottobre.

Il sindaco è entrato a piedi pari nella vita di quelle che sono, a tutti gli effetti, associazioni private. Ma più che nel suo significato giuridico, con Ghinelli “privato” va inteso come il participio passato del verbo transitivo. Ovvero: i quartieri della Giostra sono stati letteralmente “privati” della loro autonomia statutaria. È legittimo tutto questo?

Crediamo invece che ogni quartiere debba essere libero di decidere se riunirsi o meno, ovviamente nel rispetto delle norme attuali di contenimento della pandemia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Arrivati i nuovi vaccini Covid: ecco chi può accedere e come prenotarsi. Arezzo al top per somministrazioni

  • "Pettorina finta e Glock in mano, così ho capito che non erano carabinieri". Il vocale che svela i trucchi della banda dell'Audi bianca

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento