Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Proroga Nuove Acque. Mugnaini: "Sindaco e giunta prendano posizione in tutela dei cittadini"

Il consigliere comunale Jerry Mugnaini, appartenente alla Lista TerraNostra ha presentato un atto di indirizzo sulla questione della proroga concessa a Nuove Acque. "Ho presentato in questi giorni un atto di indirizzo in merito alla proroga della...

Il consigliere comunale Jerry Mugnaini, appartenente alla Lista TerraNostra ha presentato un atto di indirizzo sulla questione della proroga concessa a Nuove Acque.

"Ho presentato in questi giorni un atto di indirizzo in merito alla proroga della concessione a Nuove Acque, che nelle ultime ore ha suscitato un grande dibattito politico e che ha visto emergere diverse prese di posizione dai vari schieramenti politici; ritengo infatti che questa questione debba non solo essere portata all'attenzione dei nostri concittadini ma soprattutto è importante che sia discussa ed affrontata in modo approfondito nella prossima seduta del consiglio comunale perché ha ad oggetto uno dei servizi essenziali per la nostra collettività. La concessione è stata prorogata per altri 3 anni, fino al 31 dicembre 2027, e tutto questo senza coinvolgere minimamente i consigli comunali ne tanto meno i cittadini dei vari comuni interessati, tra cui il nostro. Va inoltre sottolineato che ogni decisione in merito è stata deliberatamente assunta senza alcun coinvolgimento della parte elettiva territoriale; i sindaci, infatti, nonostante la richiesta di rinvio sostenuta dal Comune di Arezzo, hanno votato senza avere ricevuto in precedenza alcun mandato da parte dei propri consigli comunali. Molti sono i dubbi su questa vicenda che tuttora permangono, per questo nel documento depositato in questi giorni viene richiesto al sindaco e alla giunta di rivolgersi sia all'Autorità Nazionale Anti Corruzione, al fine di porre all'attenzione della stessa la legittimità della proroga della convenzione tra A.I.T. e Nuove Acque, sia alla Corte dei Conti, affinché possa essere verificata l'ipotesi di un eventuale danno erariale. Inoltre si chiede di valutare l'ipotesi di ricorso al T.A.R. avverso la decisione presa dalla conferenza territoriale dei sindaci e, allo stesso tempo si chiede al sindaco di farsi portavoce presso gli enti interessati per sospendere in via cautelativa e di urgenza gli effetti della proroga appena approvata. Tra le richieste contenute nel documento si chiede - al sindaco ed alla giunta - la conferma della contrarietà a qualsivoglia ipotesi di proroga della convenzione con Nuove Acque e la necessità di coinvolgere il consiglio comunale per tutte le questioni e le decisioni che in futuro andranno prese riguardo il rapporto con Nuove Acque e più in generale il servizio idrico integrato di acquedotto, fognatura e depurazione. Il consiglio comunale sarà quindi chiamato ad esprimere un parere su queste istanze, che hanno l'unico scopo di tutelare il bene comune e la legalità: l'auspicio è che sull'atto ci sia la convergenza di tutti i gruppi consiliari, tesa alla contrarietà alla proroga. Chiedo pertanto al sindaco ed alla giunta di prendere una posizione forte e chiara a tutela dei nostri concittadini ed aldilà degli interessi politici e partitici".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proroga Nuove Acque. Mugnaini: "Sindaco e giunta prendano posizione in tutela dei cittadini"

ArezzoNotizie è in caricamento