Politica

Un atto di indirizzo per riattivare i progetti di affido temporaneo dei minori della Bielorussia

Questi soggiorni sono prioritari per una crescita salutare dei bambini. Alcune settimane all’anno riducono del 70% la possibilità di contrarre patologie tumorali

Atto di indirizzo del gruppo consiliare Ora Ghinelli 2025, con firmatari Mattia Delfini e il capogruppo Simon Pietro Palazzo, in vista del prossimo consiglio comunale. I consiglieri sottolineano la necessità della ripresa dei programmi di affido temporaneo di minori provenienti dalla Bielorussia. Infatti, da marzo 2020, a causa dell’emergenza Covid, sono stati sospesi tutti i progetti di accoglienza di under 18 da paesi non appartenenti all’Unione Europea.

“Un’ingiustificata interruzione - spiegano gli esponenti di Ora Ghinelli 2025 - che impedisce ai bimbi e ai ragazzi coinvolti il proseguimento degli iter di recupero psicologico e fisico già avviati in Italia da decenni. Mentre analoghi progetti, contestualizzati all’interno dell’Unione, hanno avuto invece l’opportunità di proseguire, nonostante la pandemia, in quanto non necessitavano di visto ministeriale. Questi soggiorni sono prioritari per una crescita salutare dei bambini, perché consentono loro di allontanarsi, per lunghi periodi, da zone ancora contaminate da elementi radioattivi. Alcune settimane all’anno riducono del 70% la possibilità di contrarre patologie tumorali.

Inoltre, si tratta di progetti di accoglienza completamente a carico delle famiglie italiane e le stesse ne stanno richiedendo con determinazione la riattivazione. La compagnia aerea bielorussa Belavia ha già dato disponibilità a creare voli charter ‘Covid tested’ settimanali con destinazioni Roma e Milano. Un impegno per la ripartenza del progetto se lo è assunto anche l’ambasciatore italiano in Bielorussia, Mario Baldi.

Con l’atto di indirizzo in questione intendiamo impegnare sindaco e giunta ad attivarsi affinché si possano svolgere incontri propedeutici con le istituzioni e le autorità competenti, sollecitando eventualmente i ministeri interessati e il Comitato tecnico scientifico all’attivazione dei protocolli sanitari d’intesa per l’arrivo in sicurezza dei minori bielorussi sul territorio nazionale, nel rispetto ovviamente delle norme vigenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un atto di indirizzo per riattivare i progetti di affido temporaneo dei minori della Bielorussia

ArezzoNotizie è in caricamento