Consiglio comunale di Arezzo, Luca Stella nuovo presidente. Ecco giunta e presidenti di commissione

I trentadue consiglieri eletti convocati per le nove di questa mattina nella sede straordinaria del Centro affari. La cronaca della mattinata

Da sinistra: Alessandro Ghinelli e il vicesindaco Lucia Tanti

È il giorno del primo - e nuovo - consiglio comunale dell'era Ghinelli bis. Questa mattina alle 9 in punto l'assise cittadina si riunirà per la prima volta dopo l'esito elettorale che, come noto, ha visto ricofermato per il secondo mandato il sindaco uscente. Una seduta straordinaria che, per la prima volta nella storia, si svolgerà all'interno dell'auditorium dell'Arezzo Fiere e Congressi in via Spallanzani. La scelta è stata dettata dalle impellenti normative riguardanti il contenimento dell'emergenza sanitaria Covid-19. Così la sala di Palazzo Cavallo rimarrà vuota e i consiglieri, nonché i nuovi assessori, si riuniranno in una sede del tutto inedita. La struttura, recentemente acquisita dal Comune di Arezzo, è risultata dunque la scelta più indicata per consentire al parlamento locale di riunirsi in presenza e scongiurare il rischio di una nuova sessione online.

La diretta testuale

Ore 13,19: La quinta commissione (Organizzazione, personale, affari generali, sicurezza e polizia municipale) sarà presieduta da Jacopo Apa. La sesta commissione (scuola, sanità, politiche sociali, tempi, diritti, politiche giovanili, sport) sarà presieduta da Fabrizio Ferrari. Il presidente della settimana commissione, controllo e garanzia che è ad appannaggio dell'opposizione, sarà Marco Donati.

Ore 12,42: La prima commissione sarà presieduta da Simon Pietro Palazzo, la seconda ( bilancio, inanze, tributi, partecipazioni, sviluppo economico, attività produttive) da Egiziano Andreani. La terza commissione (patrimonio, provveditorato, servizi tecnologici, lavori pubblici, traffico, trasporti, infrastrutture) sarà presieduta da Roberto Severi. La quarta commissione  (integrazione, cultura, turismo, politiche comunitarie e cooperazione decentrata, partecipazione e decentramento) sarà presieduta da Ilaria Pugi.

Ore 12,23: Piccolo giallo nella prima votazione quella per la Commissione I'assetto del territorio. Una scheda in più è stata trovata all'interno dell'urna e tutti i consiglieri sono stati richiamati al voto. 

Ore 12,12: Al via le votazioni dei presidenti delle commissione. Per sette volte i consiglieri esprimeranno la propria preferenza.

Ore 12:05: Scocca l'ora delle commissioni. Saranno 10 i membri di ogni commissione: 6 espressione della maggioranza e 4 della minoranza. Sono sette le commissioni del comune di Arezzo

Ore 12:01: Presentata la giunta, il sindaco Ghinelli fa un augurio di buon lavoro. Le linee programmatiche saranno presentate nel prossimo consiglio comunale. 

Ore 11,40: Adesso il momento della comunicazione ufficiale delle nomine degli assessori. "Ho tenuto in considerazioni tre criteri: competenza, rappresentanza e parità di genere". Ha spiegato Ghinelli. Poi le nomine partendo dalla vicesindaco Lucia Tanti, alla quale sono affidate le Politiche sociali e la Scuola. Poi Simone Chierici alle società partecipate, turismo, Fiera Antiquaria e grandi eventi, Alessandro Casi (classe 1986 è l'assessore più giovane)  i lavori pubblici, manutenzione, trasporti e frazioni, Monica Manneschi alle politiche della casa, semplificazione e innovazione tecnologica, Giovanna Carlettini al personale, diritti degli animali e pari opportunità, Francesca Lucherini all'urbanistica, assetto del territorio e edilizia, Federico Scapecchi alle politiche giovanili e sport, Marco Sacchetti all'ambiente e gestione dei rifiuti e Alberto Merelli al bilancio.

Ore 11,39: Carla Borri ha ottenuto 21 voti, 12 quelli per Gallorini: l'applauso dell'aula di Arezzo Fiere ne sancisce l'incarico.  

Ore 11,35: Mentre si svolgono le votazioni, emergono i motivi della lunga pausa. Pare infatti che non ci sia  una visione univoca sul nome del presidente della VII commissione, quella per il Controllo e la garanzia. Da qui un lungo confronto tra i gruppi all'opposizione.

Ore 11,20: Rientro in aula e via ai lavori per nominare i vicepresidenti. Romizi prende la parola per primo e propone Andrea Gallorini. Un nominativo che viene condiviso da Scelgo Arezzo. Simon Pietro Palazzo propone invece il nome di Carla Borri.

Ore 10:15: Una pausa è stata chiesta dal neo eletto presidente del consiglio affinchè i capigruppo potessero confrontare. A breve il rientro in aula per nominare i due vicepresidenti e dare la comunicazione ufficiale dei nominativi della giunta. 

Ore 10: "Sono emozionato come una bambino di prima elementare il primo giorno di scuola - ha detto Stella rivolgendosi all'assemblea - . Tutto mi aspettavo, ma non di essere votato all'unanimità. Intanto un grazie particolare va a tutti coloro che hanno espresso fiducia nei miei confronti, al mio gruppo consiliare, a quei cittadini che con la loro preferenza mi hanno consentito l'ingresso in consiglio comunale. Oggi il mio impegno assume un significato diverso: di sostegno alla poilitica nella sua piuù alta definizione, sopra le parti.E' un incarico che mi onora e mi gratifica. Lo accetto con umiltà".

Ore 9,55: Il passaggio del campanellino suggella l'insediamento di Stella a presidente del consiglio comunale

Ore 9,53: Luca Stella ha ottenuto 33 voto e tra gli applausi dei consiglieri, viene eletto presidente e prende posto a fianco di Ghinelli.

Ore 9,38: Il consiglio si accinge a votare il presidente. 

Ore 9,30: Adesso la fase di elezione del presidente del Consiglio Comunale. Jacopo Apa, esponente di Forza Italia, propone il nominativo di Luca Stella. Luciano Ralli, esponente Pd, che è stato candidato a sindaco del centro sinistra, prende la parola e mostra convergenza verso il nome di Stella. Proposta accolta favorevolmente anche da Marco Donati (Scelgo Arezzo). Poi la Parola a Francesco Romizi, per Arezzo 2020, anche in questo caso c'è l'approvazione del nominativo. L'ok a Stella arriva anche da Menchetti del Movimento 5 Stelle.

Ore 9,23: Il momento del giuramento del sindaco. "Giuro di osservare fedelmente la costituzione italiana", ha pronunciato solennemente Ghinelli.

Ore 9,15: Si procede con l'appello dei consiglieri, poi la nomina dei consiglieri scrutatori: Meri Cornacchini per la maggioranza, Francesco Romizi e Donato Caporali per la minoranza. 

Il "consigliere anziano" Alessandro Caneschi, annuncia i consiglieri decaduti in quanto entrati in giunta, ovvero Alessandrro Casi, Federico Scapecchi, Lucia Tanti, Francesca Lucherini, Giovanna Carlettini e Simone Chierici. Subentrano quindi in consiglio Carla Borri, Meri Cornacchini, Mattia Delfini, Ilaria Pugi, Roberto Severi e Renato Viscovo.

Ore 9: L'avvio dei lavori, come previstoè stato alle ore 9 in punto. Prima l'inno nazionale poi un breve saluto del sindaco. L’ordine del giorno prevede la convalida degli eletti e la surroga dei consiglieri divenuti nel frattempo assessori, l’elezione del presidente e dei due vicepresidenti, il giuramento del sindaco e la comunicazione dei componenti della giunta, la ricostituzione, sia nei componenti che nella nomina del presidente, delle commissioni consiliari.

Di ieri la notizia riguardante la richiesta di rinvio a giudizio per il sindaco Alessandro Ghinelli nel contesto dell'inchiesta Coingas-Multiservizi-Estra dove, tra i 13 indagati, compaiono anche l'assessore Alberto Merelli e il consigliere Roberto Bardelli.

La nuova giunta

Nove gli assessore scelti da Ghinelli per il suo secondo mandato. La squadra di governo è composta da: Lucia Tanti (Ora Ghinelli 20 25) scelta come vicesindaco e assessore con deleghe alla scuola, sociale e sanità; Alessandro Casi (Lega) scelto come assessore ai lavori pubblici, manutenzione, trasporti e frazioni; Giovanna Carlettini (FdI) assessore del personale, diritti degli animali, pari opportunità e integrazione; Federico Scapecchi (Forza Italia) assessore alle politiche giovanili e sport, Alberto Merelli che tornerà ad occuparsi del bilancio, Marco Sacchetti a cui verrà affidato ambiente e gestione dei rifiuti; Monica Manneschi (Lega) scelta per le politiche della casa, semplificazione e innovazione tecnologica; Simone Chierici (Ora Ghinelli 20 25) assessore alle società partecipate, turismo, Fiera Antiquaria e grandi eventi; Francesca Lucherini (FdI) assessore all’urbanistica, assetto del territorio e edilizia. Alessandro Ghinelli ha scelto di tenere per sé le deleghe alla Giostra del Saracino, cultura, polizia municipale, comunicazione, affari generali e affari legali.

I 32 consiglieri eletti

Sui banchi della maggioranza troveranno spazio i sei consiglieri della Lega Salvini Premier: Carla Borri, Federico Rossi, Egiziano Andreani, Vittorio Giorgetti, Pietro Perticai, Fabrizio Ferrari; altri sei della lista civica Ora Ghinelli 20 25: Simon Pietro Palazzo, Roberto Bardelli, Alessandro Calussi, Paolo Bertini, Mattia Delfini e Ilaria Pugi; sei appartenenti a Fratelli d'Italia: Luca Stella, Francesco Lucacci, Roberto Cucciniello, Francesco Palazzini, Renato Viscovo e Roberto Severi; e 2 di Forza Italia: Meri Stella Cornacchini e Jacopo Apa.

All'opposizione sette consiglieri del Partito Democratico: Luciano Ralli, Alessandro Caneschi, Donato Caporali, Donella Mattesini, Giovanni Donati, Valentina Vaccari, Andrea Gallorini; Francesco Romizi di Arezzo 2020; Angiolo Agnolucci della lista Ralli sindaco; due consiglieri delle liste Scelgo Arezzo e Con Arezzo: Marco Donati e Valentina Sileno e, infine, Michele Menchetti per il Movimento 5 Stelle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento