Presenze, leggi, territorio. Il fine mandato di Donati: "Sulle banche da chiarire il ruolo di organi di vigilanza"

Rendiconto di fine mandato da parte dell’aretino Marco Donati che ha preparato una pubblicazione e organizzato un evento alla Borsa Merci per raccontare i suoi cinque anni in parlamento. In questa sorta di personale bilancio sociale ci sono i...

donati7

Rendiconto di fine mandato da parte dell’aretino Marco Donati che ha preparato una pubblicazione e organizzato un evento alla Borsa Merci per raccontare i suoi cinque anni in parlamento.

In questa sorta di personale bilancio sociale ci sono i numeri delle presenze al 90% delle sedute, le proposte come primo firmatario, l’impegno in due commissioni e poi le azioni svolte per il territorio della provincia di Arezzo. In questo capitolo cita il bando periferie, il mantenimento del nucleo elicotteristi dei vigili del fuoco, la sede aretina della Camera di Commercio di area vasta con Siena. "E' giusto rendere conto della mia attività, di questa legislatura che è stata in partenza difficile, poi una grande spinta riformatrice si conclude oggi con tantissime giornate di legislatura, qualche rimpianto, ma un quadro definitivo positivo." Con Donati abbiamo parlato anche della commissione d'inchiesta sulle banche e dell'audizione del procuratore Rossi: "Sono tra coloro che l'hanno richiesta perché si facesse chiarezza sui vari aspetti per quanto accaduto, se ne parlerà ancora per anni." Che idea si è fatto dopo l'audizione di Rossi? "Dobbiamo essere molto cauti, molto atti sono secretati, le indiscrezioni emerse di questi giorni fanno trapelare che gli organi di vigilanza forse non hanno svolto appieno il loro compito e possono aver contribuito nei fatti che si sono verificati, questo è comunque da dimostrare." Casini ha accettato che fosse depositata una memoria di risparmiatori: "Credo che sia giusto accettare la memoria di chi si è ritrovato coinvolto pesantemente in questa vicenda, il ruolo dei risparmiatori è giusto che non sia escluso dai lavori della commissione d'inchiesta." E il futuro di Marco Donati? "Sono al lavoro per concludere la legislatura e gli atti che sono calendarizzati, poi ci aspetta una campagna elettorale che sarà intensa e complessa." Si auspica un centro sinistra unito? "Il centro sinistra diviso non ha mai vinto nella storia, dobbiamo trovare i temi per stare insieme. Da un lato il fortissimo ritorno di destre xenofobe, poi l'attenzione ai temi del lavoro e delle diseguaglianze, basterebbero questi due punti per stare insieme. Spero in programma che tenga insieme questo paese." Cosa ne pensa del nuovo libro di Scanzi dal titolo Renzusconi? "Non ce la vedo questa assonanza, è chiaro che le riforme si devono fare insieme e il rapporto istituzionale con Berlusconi è legittimo."
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento