Politica

Popolari: "I giochi inclusivi del parco Pertini non rimangano un caso isolato"

I giochi inclusivi installati al parco Pertini non restino un caso isolato. Ad augurarselo sono i Popolari per Arezzo che esprimono un ringraziamento all’associazione Uildm-Unione Italiana Lotta Alla Distrofia Muscolare per aver contribuito a...

Popolari per Arezzo - Massimo Soletti (2)-4

I giochi inclusivi installati al parco Pertini non restino un caso isolato. Ad augurarselo sono i Popolari per Arezzo che esprimono un ringraziamento all'associazione Uildm-Unione Italiana Lotta Alla Distrofia Muscolare per aver contribuito a creare nell'area verde di via Giotto una zona accessibile e utilizzabile da tutti i bambini, trovando la collaborazione dell'amministrazione comunale.

«Si tratta di un gesto di civiltà e di condivisione degli spazi e delle opportunità - commenta Massimo Soletti dei Popolari per Arezzo. - Già negli anni passati abbiamo più volte chiesto all'amministrazione interventi di questo genere, sostenendo l'esigenza che l'attenzione verso i temi della disabilità debba partire proprio dalle istituzioni pubbliche. Negli ultimi anni sono state recuperate diverse aree-giochi aretine, ma purtroppo non sono stati attuati interventi pienamente inclusivi: per il futuro, dunque, ci auguriamo che siano sempre più i parchi cittadini dove le barriere siano eliminate».

In quest'ottica, i Popolari per Arezzo tornano a chiedere maggiore attenzione alla piena attuazione del Peba - Piano di Eliminazione Barriere Architettoniche, uno strumento ritenuto di fondamentale importanza per rendere la città pienamente fruibile a chi ha una qualche disabilità. L'associazione avanza l'esigenza di destinare a questi interventi più ingenti risorse e più alta priorità già a partire dal prossimo piano delle opere pubbliche, avviando una seria classificazione del patrimonio immobiliare e dei percorsi urbani per poter progettare tutte le necessarie migliorie.

«Attualmente - ricorda Soletti, - alle risorse da destinare per l'abbattimento delle barriere architettoniche è assegnata priorità "3". Riteniamo invece che al Peba dovrebbe essere data maggior importanza perché si tratta di investimenti necessari per rendere pienamente accessibili gli spazi e gli edifici pubblici, denotando il grado di civiltà e di attenzione rivolti a chi ha disabilità».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Popolari: "I giochi inclusivi del parco Pertini non rimangano un caso isolato"

ArezzoNotizie è in caricamento