menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Apa (Forza Italia): "Banche di serie A, B e C e per l'Etruria errori devastanti"

La dichiarazione del capogruppo di Forza Italia sul caso del salvataggio della Popolare di Bari rispetto al trattamenti avuto da Banca Etruria e dai suoi risparmiatori

"E così dopo "l'immortale" Monte dei Paschi, il governo decide di salvare - con soldi pubblici - la Banca Popolare di Bari, anche giustamente ivi compresi i risparmiatori." Così Jacopo Apa capogruppo di Forza Italia al Comune di Arezzo sul salvataggio della Banca Popolare di Bari.

"Bene, anzi benissimo, non vogliamo infatti perderci in inutili polemiche e capiamo la rilevanza dell'intervento richiamato per la risoluzione di una grave crisi bancaria – continua Apa - ma a questo punto, può dirsi, a ragion veduta ("carta canta"), che esistono banche di serie "A" e banche di serie "B", per non dire forse di serie "C", anche tenendo conto del trattamento totalmente diverso dei relativi risparmiatori e piccoli investitori. Per Banca Etruria il caos creato è dipeso da specifiche decisioni politiche e da scellerati provvedimenti legislativi. La Banca aretina coi suoi risparmiatori, correntisti aziende e rilevanza territoriale, hanno fatto la fine, in una notte, di un cubetto di ghiaccio in una pentola di acqua bollente. Non c'è stata alcuna possibilità, a quanto ci hanno sempre raccontato, di provvedere sul piano normativo ad un salvataggio complessivo dell'Istituto bancario. Per il Monte dei Paschi salvi tutti e "segreto di stato",  per altre banche interventi diversamente modulati; - il tutto sotto la stretta regia dei governi PD. Ma Arezzo doveva essere proprio dimenticata o diventare luogo di sperimentazioni regolative del mercato bancario? Come è possibile essere sempre considerati come un fanalino di coda, un ambito dove commettere impunemente errori devastanti per il tessuto sociale ed economico locale. È una vergogna. Bankitalia, antitrust e Governo come mai è andata così, quale è la verità? Ancora una volta - conclude il capogruppo azzurro -  le reiterate decisioni governative in questo settore dimostrano che la storia degli interventi normativi, di segno contrario, su Banca Etruria, deve essere ulteriormente scritta e chiarita, individuando ogni reale responsabilità sul piano finanziario e politico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento