Politica

Polemica sul nuovo statuto del comune unico Castelfranco Piandiscò

Nella seduta del 27 aprile il consiglio ha dato il via al nuovo statuto del comune unico Castelfranco Piandisco'. Dura presa di posizione contraria della Lista Civica "Forse doveva essere il primo atto del nuovo comune, ma l'amministrazione...

castelfrancopiandisco

Nella seduta del 27 aprile il consiglio ha dato il via al nuovo statuto del comune unico Castelfranco Piandisco'.

Dura presa di posizione contraria della Lista Civica

"Forse doveva essere il primo atto del nuovo comune, ma l'amministrazione Cacioli, nonostante la solita demagogica enfatizzazione, ha messo ben 4 anni per portare a conclusione un atto che la Lista Civica ritiene un inutile perdita di tempo con nessuna efficacia sulla vita dei cittadini. Serve solo a certificare che abbiamo costituito un nuovo comune da due comuni estinti, Castelfranco e Piandisco'.

La Lista civica non ha votato a favore, ma si è astenuta motivando la propria scelta con la contrarietà alla fusione e quindi al nuovo comune, contrarietà che ritroviamo riassunta nella dichiarazione che il gruppo ha rilasciato a verbale nel votare l'atto in consiglio comunale. "Un'avversità politica che non toglie nulla al riconoscimento giuridico che i consiglieri di opposizione assicurano in quanto consiglieri eletti." Ecco la dichiarazione a verbale: Abbiamo partecipato alla commissione per dovere di responsabilità di consiglieri di questo comune ed abbiamo contribuito alla stesura della presente bozza di statuto che senza il nostro contributo non sarebbe stata rappresentativa di tutta la comunità. Dobbiamo però ricordare che ci siamo battuti con determinazione contro l' estinzione dei due comuni e quindi della costituzione del comune attuale, perché la cosa non avrebbe e non ha riscontrato gli effetti sperati dai proponenti la fusione. Dopo la fusione abbiamo raccolto il dissenso di moltissimi cittadini dei due ex comuni tanto da presentare alla Regione Toscana una proposta di legge tramite il gruppo della Lega, unico aderente dei gruppi consiliari, che ringraziamo, per il ritorno indietro o la ricostituzione dei comuni estinti.

Tale proposta non ha trovato la maggioranza necessaria in Consiglio Regionale ed è stata respinta con motivazioni che rimandano alla legge nazionale.

La nostra battaglia non può quindi fermarsi per dare l'assenso allo statuto del nuovo comune. Ne rispettiamo le regole e ne facciamo parte consci del dovere di rappresentanza di parte di questa nuova comunità, ma vogliamo marcare le distanze: la stessa storia delle origini del comune inserita nel testo dello statuto, come alcuni articoli, a nostro avviso, che non agevolano la partecipazione popolare o, in taluni casi trattanti argomenti in dettaglio poco adatti al testo di uno statuto che poi dovrebbe essere l'atto costitutivo del comune. Le questioni trattate sono ampiamente previste dalle norme, superandole, quindi con nessuna possibilità di autonomia.

Uno statuto dovrebbe consentire di fare scelte autonome, imposizioni fiscali e libertà di adesione anche alle aggregazioni di servizi (Ato), agli enti sovra comunali, insomma lasciare una vera autonomia. Purtroppo così non è stato con la L.241/90 e dal 1992 fino ai giorni nostri abbiamo fatto statuti inutili, e stante l'organizzazione dello Stato saranno inutili anche da ora in avanti. E' questo il motivo per cui riteniamo una inutile perdita di tempo, una cosa antistorica, contraddittoria perfino con le scelte europee. Infatti non salvaguarda neppure la stessa identità dell'ente. Le prove stanno nei fatti: una decisione regionale sulla base di una consultazione popolare senza preventiva informazione né proiezioni o valutazioni sulla prospettiva, ha in pochi mesi chiuso l'esperienza di 750 anni di storia di Castelfranco di Sopra e oltre 200 anni di Piandisco'.

Per questi motivi il gruppo Lista Civica si astiene dall'approvazione pur riconoscendo di aver dato un contributo alla modifica del testo di statuto, e quindi riconoscendo altresì la nostra adesione successiva al deliberato.

Morbidelli, Grassi, Benedetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica sul nuovo statuto del comune unico Castelfranco Piandiscò

ArezzoNotizie è in caricamento