menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Podere Rota, Galletti:“Prima seduta inchiesta pubblica irrituale. Pronta interrogazione per fare chiarezza”

Pierazzi aggiunge: "Inadeguato il metodo di conduzione della prima audizione oltre che inopportuno trasmettere dai locali di CSAI SpA che tuttora ha in gestione la discarica"

Irene Galletti, presidente del Gruppo Movimento 5 stelle, rileva l'irritualità dello svolgimento della prima seduta dell’inchiesta pubblica sulla discarica di Podere Rota e pone la questione all’attenzione del consiglio regionale con un’interrogazione.

“Ogni passaggio dell’inchiesta pubblica sulla discarica di Podere Rota, per una questione profondamente sentita dai cittadini che vivono nei territori vicini, deve svolgersi nel pieno rispetto delle norme e nella più completa trasparenza. Pertanto, la denuncia pubblica dal nostro consigliere comunale di San Giovanni Valdarno, Tommaso Pierazzi, solleva una questione che a nostro avviso deve essere posta all’attenzione del consiglio regionale che, in qualità di istituzione super partes, deve vigilare sul regolare svolgimento della procedura”.

Così Irene Galletti, Capogruppo del Movimento 5 Stelle in Regione Toscana. “L’inchiesta pubblica sta tenendo col fiato sospeso un’intera vallata, quella del Valdarno” afferma Tommaso Pierazzi, consigliere comunale pentastellato. “Abbiano trovato inadeguato il metodo di conduzione della prima audizione oltre che inopportuno trasmettere dai locali di Csa Impianti SpA che tuttora ha in gestione la discarica. Noi ci auguriamo che la Regione Toscana intervenga e permetta una conduzione più partecipativa partendo proprio dalla diretta streaming che in molti chiedono.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento