menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Urbanistica, De Robertis (Pd): "Prorogato e aggiornato il ‘Piano Casa’, ora anche per piccolo commercio e ristorazione"

Nata nel 2009 per dare una scossa al settore edilizio in crisi, consente ampliamenti volumetrici limitati nelle civili abitazioni, anche attraverso la demolizione e ricostruzione

Con un provvedimento elaborato dalla mia commissione - commenta Lucia De Robertis presidente della Commissione Territorio, Ambiente, Mobilità, Infrastrutture - come unificazione di due distinte proposte di legge di iniziativa della Giunta e del Consiglio, è stata prorogata al 31 dicembre 2020 ed estesa la validità delle agevolazioni del "Piano Casa". Inoltre per iniziativa del PD, oggi lo estendiamo anche agli immobili commerciali di vicinato e agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. Una scelta, quest’ultima, fatta a fronte della forte crisi che colpisce il settore del piccolo commercio e della ristorazione, causa Covid, settori che possono trovare un’opportunità in agevolazioni urbanistiche utili anche a dotare i locali di spazi nuovi per organizzare l’attività proprio al tempo del Covid. Ricordiamo - continua De Robertis - che il ‘Piano casa’, frutto di un accordo fra Regioni e Governo, è stato rinnovato nel tempo, ed esteso agli immobili produttivi e artigianali presenti nei centri abitati.


"Insieme a questo provvedimento - conclude De Robertis - il Consiglio ha dato il via libera ad un’altra legge portata in aula dalla Commissione, che porta, causa Covid, a diciotto mesi - dagli attuali sei -  e al 30 giugno del prossimo anno rispettivamente  i termini per i procedimenti di formazione degli strumenti di pianificazione territoriale e urbanistica già avviati entro quest'anno e per l’approvazione delle varianti a piani strutturali e regolamenti urbanistici contenenti anche previsioni di impegno di nuovo suolo fuori dal territorio urbanizzato, adottati da comuni in possesso di regolamento urbanistico vigente al novembre 2014 e che avviino il procedimento di formazione del piano operativo prima dell’approvazione delle varianti stesse. Due proroghe che vanno incontro alle necessità dei comuni che con i lockdown hanno dovuto affrontare non poche difficoltà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

La Toscana produrrà vaccini anti Covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    I 4 motivi che spingono una donna verso l'uomo di potere

  • Calcio

    Arezzo-Matelica. Le pagelle di Giorgio Ciofini

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento