Mercato via Giotto. Le proposte del Pd al sindaco: "O lo sospende o lo sposta"

"Nessuna polemica politica, ma facciamo proposte concrete. Ora il sindaco svolga il suo compito: decida"

O sospesi del tutto oppure spostati in aree più idonee. Sono due le proposte lanciate dal Pd di Arezzo al sindaco Alessandro Ghinelli e riguardanti la gestione del mercato settimanale. I suggerimenti arrivano all'indomani delle polemiche sollevate e riguardanti il Mercatale sotto i portici di via Roma e, ovviamente, gli stand di quello del Giotto.

"Oggi è prioritaria la salute di ogni persona e alcuni diritti personali sono limitati nell'interesse collettivo - fanno sapere dal coordinamento provinciale del Partito Democratico aretino - I mercati alimentari possono essere svolti, come previsto dalle norme nazionali, a condizione che non ci siano assembramenti e che venga garantita la distanza interpersonale di almeno 1 metro. I sindaci sono chiamati a garantire la salute pubblica e devono pertanto creare le condizioni per il rispetto delle regole. Alcuni, di ogni appartenenza politica e di varie Regioni, hanno emesso ordinanze per chiudere i mercati proprio perché non sono in grado di garantire questo rispetto. Altri sindaci hanno invece individuato zone nelle quali sono garantite le distanze, anche con predisposizioni di aree delimitate ed accessi controllati e limitati".

Due, quindi, le proposte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La prima: vuole chiudere il mercato perché ritiene che in viale Giotto non sia possibile il rispetto delle condizioni di sicurezza? Come hanno fatto altri sindaci, si prenda la responsabilità di fare un'ordinanza nella quale dice che non è in grado di garantire le condizioni di sicurezza e chiuda il mercato. Contemporaneamente si attivi con le categorie agricole affinché il produttori locali possano rifornire i supermercati che in questo momento non hanno nessun calo di vendite,  favorendo ed incentivando l' economia circolare. Seconda proposta: vuole mantenere il mercato aperto? Individui un'area con accessi controllati in modo da garantire il rispetto delle distanza di sicurezza come il parcheggio Cadorna o lo spazio dietro la curva nord dello stadio comunale. Nessuna polemica politica, ma facciamo proposte concrete. Ora il sindaco svolga il suo compito: decida".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1823 casi in Toscana. 15 i decessi in 24 ore

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Coronavirus nell'Aretino: +252 casi oggi. I contagi per comune. Esauriti i posti in Terapia intensiva al San Donato

  • Schianto frontale tra un furgone e un bus di linea: c'è un ferito grave

  • 92 nuovi positivi nell'Aretino, più della metà nel capoluogo. Salgono a 79 i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento