Il segretario comunale del Pd: "Zero informazione e partecipazione, no al piano strutturale della giunta"

Alessandro Caneschi contesta l'amministrazione e le modalità con cui si arriverà a definire lo sviluppo della città: "Le osservazioni solo in periodo balneare, è una mancanza di rispetto"

Alessandro Caneschi, segretario comunale del Partito Democratico di Arezzo dice no al piano strutturale “balneare” e accusa la giunta di essere chiusa in sé, senza partecipazione e discussione con i cittadini.

"Il Comune di Arezzo sta procedendo all'adozione della variante del piano strutturale e del piano operativo nella completa assenza di informazione e partecipazione della città. La giunta Ghinelli ha organizzato tre incontri a fine 2018 e poi il nulla. Non c'è stato alcun incontro con gli ordini professionali, con le categorie economiche, con i sindacati e soprattutto con i cittadini".

Secondo Caneschi, il territorio di Arezzo ha caratteristiche molto differenti, dal centro storico fino alle piccole frazioni, passando per i quartieri popolari e per la periferia.

"Con questo modo di fare la giunta di destra ha deciso che i cittadini non contano e ha scelto di non incontrarli, di non ascoltare la loro voce, le loro esigenze. Le scadenze sono ormai ravvicinate: il prossimo 17 giugno, salvo ripensamenti, il piano operativo o piano regolatore come si chiamava una volta, sarà discusso in consiglio comunale. Tutto il copioso materiale è stato consegnato poche ore prima dell'incontro della Cat (Commissione Assetto del Territorio) che si è riunita la prima volta venerdì 7 giugno, in calendario c'è solo un'altra seduta della Cat prevista per questo giovedì".

Per il segretario comunale del Pd, non è questo il metodo per andare ad adottare un provvedimento che dovrebbe contenere lo sviluppo della città per i prossimi 5 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La partecipazione, la condivisione e la concertazione dovrebbero essere i principi su cui basare l'azione dell'amministrazione comunale. Dopo l'adozione del 16 giugno ci sarà  il periodo delle osservazioni: la Giunta pensa di far coincidere detta fase con le vacanze estive? Siamo contrari ad un piano strutturale “balneare” perché è irrispettoso di tutti quelli che vogliono partecipare al disegno della nostra città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento