Politica Castiglion Fiorentino

Campagna contro l'imbrattamento dei muri. Scoppia la polemica per l'immagine condivisa dal sindaco, dal Pd: "Offensivo"

Il primo cittadino ha pubblicato un post dove rende noto che coloro che saranno trovati ad imbrattare muri o arredi pubblici verranno sanzionali. All'annuncio è stata correlata una foto dove sulle pareti di una struttura si legge la scritta "Pd merda"

"Se questo post l’avesse pubblicato il solito 'leone da tastiera' sarebbe stato solo un problema di educazione. Invece a condividerlo è stato il massimo rappresentate istituzionale di un territorio e la cosa assume tutto un altro aspetto". Sono queste le considerazioni della segretaria comunale del Pd di Castiglion Fiorentino, Angela Lucini, che a nome della sezione locale del partito interviene pubblicamente a seguito di un'immagine apparsa sul profilo social del sindaco Mario Agnelli. Nello specifico il primo cittadino ha pubblicato un post dove rende noto che coloro che saranno trovati ad imbrattare muri o arredi pubblici "in base all'articolo 18 del nostro regolamento di polizia urbana l'imbrattamento dei muri prevede una sanzione di euro 150". All'annuncio è stata correlata una foto dove sulle pareti di una struttura si legge chiaramente la scritta "Pd merda".

post-facebook-agnelli-2

"Guarda caso una scelte del tutto priva di ogni riferimento - intervengono dal Partito democratico castiglionese - Questo è il livello raggiunto a Castiglion Fiorentino dal dibattito pubblico. La dialettica politica si riduce ad un muro imbrattato e ad una offesa gratuita. Agnelli deve capire che il suo ruolo non gli consente di fare lo sciocchino. Deve capire che alla politica si risponde con la politica. Che tra i doveri del sindaco c’è anche quello di rispondere a domande scomode e non solo organizzare feste messicane con luci e lustrini. Nei giorni scorsi gli avevamo posto alcune questioni direttamente al sindaco. Volevamo comprendere come fosse stato possibile l’affidamento di una fornitura del Comune a una ditta di proprietà di un amministratore e ricevere spiegazioni sulle proposte relative alla sanità. La risposta del sindaco è arrivata con un post, all’apparenza ironico ma, invece, decisamente offensivo. Questo è il livello raggiunto a Castiglion Fiorentino dal dibattito pubblico. La dialettica politica si riduce ad un muro imbrattato e ad una offesa gratuita. Agnelli deve capire che il suo ruolo non gli consente di fare lo sciocchino. Deve capire che alla politica si risponde con la politica. Che tra i doveri del sindaco c’è anche quello di rispondere a domande scomode e non solo organizzare feste messicane con luci e lustrini. Dietro le sigle di partito (destra o sinistra poco importa) ci sono nomi, storie, uomini e donne che, al di là delle idee, mantengono la loro dignità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campagna contro l'imbrattamento dei muri. Scoppia la polemica per l'immagine condivisa dal sindaco, dal Pd: "Offensivo"

ArezzoNotizie è in caricamento