Pd e AIC: “L'amministrazione di Destra dice no ai diritti civili ed al dialogo con i dipendenti”

Commenti negativi sulla seduta odierna del consiglio comunale arrivano in modo congiunto dal Partito Democratico e da Arezzo in Comune che puntano il dito contro la delibera sulla riorganizzazione dell'ente e sugli atti di indirizzo che hanno...

romizi-pd-consiglio-comunale

Commenti negativi sulla seduta odierna del consiglio comunale arrivano in modo congiunto dal Partito Democratico e da Arezzo in Comune che puntano il dito contro la delibera sulla riorganizzazione dell'ente e sugli atti di indirizzo che hanno fatto infuriare anche il consigliere di maggioranza Angelo Rossi.

Più che una seduta consiliare, quella di oggi è stata una proiezione multiscreen dell’immagine e della sostanza politica della Giunta Ghinelli.

No ad un rinvio della pratica sulla riorganizzazione dell’Ente e quindi no alla scelta del dialogo, in questo caso con i dipendenti. Si all’atto d’indirizzo sulla cosiddetta teoria gender e no al proseguimento dell’adesione del Comune alla Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni anti Discriminazioni per orientamento sessuale. Quindi no alla tutela dei diritti civili. Un no secco fino al punto da negare anche la richiesta di un passaggio in Commissione consiliare.Poi, qualora ce ne fosse bisogno, ecco la pratica sull’accattonaggio e la trasformazione di un problema sociale in una questione di polizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Giunta Ghinelli continua a mantenere un residuale margine di dubbio sul suo essere “civica” grazie esclusivamente al blocco amministrativo che la contraddistingue. Ma oggi ha tolto ogni dubbio sul suo dna politico. Due no secchi: al dialogo con i lavoratori e ai diritti civili. Questa è indubitabilmente un’Amministrazione di destra, collocata su una posizione politica che Arezzo non ha mai conosciuto dalla Liberazione ad oggi.

A destra negli ideali e nella pratica quotidiana. La lacerazione dell’ultima seduta consiliare è stata rapidamente cauterizzata. Non con la medicina della politica ma con il fuoco della conservazione del potere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • I dilettanti pronti allo stop: "Se il protocollo è questo meglio fermarsi"

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento