menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pd, direzione provinciale tra soddisfazione e attesa per i nomi di chi entrerà nella giunta regionale

Quattro ore di dibattito in call conference, 40 interventi. Soddisfazione per l'elezione di Giani e lunedì l'annuncio ufficiale della nuova giunta regionale

"Una riunione partecipatissima e ricca di interventi, anche se svolta in call conference. Una riunione dalla quale è emersa, con vigore, la richiesta che venga presa in considerazione, nella composizione e nell'assetto del nuovo governo regionale, quella che è stata l'espressione del territorio".  Così Francesco Ruscelli, segretario provinciale del Pd, commenta l'esito della direzione provinciale che si è tenuta lunedì scorso, alla quale hanno partecipato 80 persone. Oltre 40 interventi per quattro ore di dibattito partendo dall'analisi del voto regionale. Un vittoria, quella di Giani, che ha portato con sé anche la soddisfazione del Pd aretino per il sostegno che il territorio ha dato. Il risultato ottenuto dal partito provinciale, infatti, è stato il quarto in assoluto a livello regionale. 

Non sfuggono però i risultati di Arezzo e quello della Valdichiana dove Ceccardi ha ottenuto risultati forti. Ed è proprio da qui che partirà un lavoro di approfondimento, che il Pd avvierà già nelle prossime settimane, volto a comprendere le ragioni politiche e sociali di questo andamento e a recuperare i punti persi in vista delle amministrative del prossimo anno a Sansepolcro, Anghiari, Montevarchi e Civitella. Ovvero per il Pd tre comuni da riconquistare e uno dove cercare conferma.

Proprio per affrontare queste tematiche, entro la prima metà di novembre ci sarà una conferenza programmatica organizzativa a livello provinciale.

Adesso è palpabile l'attesa per la nascita della nuova giunta regionale. Emerge chiara l'aspettativa per vedere ascoltata la volontà degli elettori del territorio. Ci sono due esponenti, ovvero Vincenzo Ceccarelli e Lucia De Robertis, che hanno ottenuto ottimi risultati. Ceccarelli addirittura è stato tra i tre più votati a livello regionale. Pertanto l'auspicio in casa Pd è che sia mantenuto quel peso che era stato riconosciuto nella scorsa legislatura quando Ceccarelli fu nominato assessore e De Robertis vice presidente del consiglio. 

Giani, d'altra parte, aveva annunciato durante una visita in città di voler mantenere l'equilibrio che si era creato. La risposta però arriverà solo lunedì mattina, quando - un'ora prima del consiglio regionale di insediamento - saranno comunicati i nomi dei membri della giunta. 

Ma come potrebbero essere distribuiti gli otto posti in giunta?  Un assessore dovrebbe spettare a Italia Viva, uno alla sinistra (papabile Serena Spinelli), sei quelli che dovrebbero andare al Pd -  oltre alla presidenza del consiglio. E proprio qui entrerebbe in gioco l'equilibrio interno alle aree politiche, nel rispetto del territorio:  potenzialmente 3 assessori andrebbero all'area "post renziana" e gli altri 3 a quella "zingarettiana". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Come si trasforma il nostro corpo quando ci innamoriamo

  • Eventi

    Benedetta Torrini vince Sanremo Newtalent

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento