Pd, da Arezzo la richiesta per spostare le date del congresso regionale: "Tempi troppo stretti per la scelta del segretario"

Rinviare il congresso regionale. Questa la richiesta che è partita ieri sera dalla direzione provinciale del Pd. Durante l'incontro infatti è stato approvato all'unanimità un documento proposto da Dems nel quale si chiede di prorogare i termini di...

pd

Rinviare il congresso regionale. Questa la richiesta che è partita ieri sera dalla direzione provinciale del Pd. Durante l'incontro infatti è stato approvato all'unanimità un documento proposto da Dems nel quale si chiede di prorogare i termini di presentazione delle candidature a segretario (e quindi anche tutti gli altri passaggi previsti, compresa la data delle primarie prevista ad ottobre), vista la possibilità di concludere la fase congressuale entro la fine di novembre.

Si tratta della prima richiesta partita da una direzione provinciale, alla quale pare ne potrebbero seguire altre.

Il motivo del rinvio? I tempi troppo stretti. In pratica il 10 settembre le candidature a segretario regionale devono essere presentate. "Una data troppo a ridosso delle ferie - spiega Francesco Ruscelli portavoce Dems - molti ancora non sono rientrati o sono rientrati da poco". In una prima fase - si legge nel sito del Pd regionale - saranno gli iscritti a pronunciarsi, discutendo le linee politiche e votando il candidato segretario nelle riunioni dei rispettivi circoli nel periodo 15-26 settembre. Quindi ci saranno le primarie aperte, nelle quali si voteranno i 500 membri dell'assemblea e il segretario regionale. La data è quella di domenica 14 ottobre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Com’è possibile pensare che le riunioni dei circoli, con contestuale votazione del segretario si possano svolgere dal 15 al 26 settembre?", si chiedono i Dems. La domanda è stata esposta chiaramente anche nel documento approvato. La paura è che il congresso, senza esser preceduto da un adeguato confronto, si trasformi in "una conta". "Per questi motivi , spiegano i Dems - riteniamo il congresso una tappa fondamentale anche in vista dei prossimi impegni elettorali e chiediamo che la data del congresso venga spostata di almeno un mese per consentire un dibattito ampio, serio, ponderato sui nomi da proporre e sulle scelte da fare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento