rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Politica

Il Pd aretino contro il ricorso sul caso Macrì: "Grave errore del Comune"

"Soldi pubblici spesi inutilmente. Giunta Ghinelli in pieno stato confusionale"

"Il ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar del Lazio sulla illegittimità della designazione di Francesco Macrì a presidente di Estra, viste anche le richieste di condanna del Pm, è inutile e ridondante". Il Pd di Arezzo interviene così sul recente ricorso presentato dall'amministrazione comunale contro la sentenza del Tar.

"Lo ribadiamo con fermezza. C’è stata la decisione da parte di Anac confermata successivamente dalla sentenza del Tar. I soldi dei cittadini, che il Comune sta spendendo senza avere la benché minima possibilità di vedere ribaltata la decisione, vanno utilizzati meglio. Occorre precisare che il Comune di Arezzo tra ricorso al Tar (non accolto) e ora al Consiglio di Stato ha speso 20.469 euro di soldi pubblici. Ci sono tanti cittadini in una palese difficoltà economica, persone che riescono a malapena ad arrivare alla fine del mese, spendere altro denaro pubblico per cercare di rimediare ad un errore madornale è un controsenso, oltre ad essere uno schiaffo in faccia a chi avrebbe veramente bisogno. Questa Giunta continua a navigare a vista, è sempre di più in un evidente stato confusionale travolta dal filone d’inchiesta e dal processo del caso Coingas, del quale si attende una sentenza a breve".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd aretino contro il ricorso sul caso Macrì: "Grave errore del Comune"

ArezzoNotizie è in caricamento