rotate-mobile
Politica

Il Pd: "Bella la città del Natale. Ma i parcheggi? E i bagni pubblici?"

I consiglieri Vaccari, Caneschi e Donati: "Dietro la facciata festosa si nascondono due annose e gravi carenze organizzative che minano la buona riuscita di qualsiasi evento e mettono alla prova residenti e turisti"

Riceviamo e pubblichiamo da Valentina Vaccari, Alessandro Caneschi e Giovanni Donati del Partito Democratico Arezzo.

Con l'arrivo della magica Città del Natale il centro storico si veste di luci e colori, trasformandosi in un'atmosfera incantata.Tuttavia, dietro questa facciata festosa, si nascondono due annose e gravi carenze organizzative che noi, come Gruppo Pd, facciamo presenti da anni, che minano la buona riuscita di qualsiasi evento e mettono alla prova residenti e turisti: la penuria di parcheggi e la mancanza di bagni pubblici adeguati.

Parcheggi: una caccia al tesoro senza fine per i residenti

Per i residenti del centro storico, ogni Natale porta con sé il terrore della caccia al parcheggio. Le strade strette e le limitate aree di sosta trasformano il trovare un posteggio in una vera sfida, spesso culminata in multe immeritate. L'amministrazione comunale sembra ignorare sistematicamente questa problematica, lasciando i residenti a confrontarsi con una situazione che compromette la qualità della vita. La soluzione prospettata dall’assessore Chierici non è soddisfacente. Anno dopo anno, il problema dei parcheggi rimane irrisolto. Gli abitanti del centro storico meritano risposte concrete e adeguate da parte delle autorità competenti. Ignorare questa problematica non solo genera disagio, ma erode anche il legame tra amministrazione e cittadini che si sentono abbandonati alle prese con una questione così basilare.

Bagni pubblici: una lacuna che danneggia l'accoglienza turistica

Altrettanto allarmante è la situazione dei bagni pubblici nel centro storico, bagni, che ripetiamo, servono ai cittadini sempre! Mentre infatti i turisti affollano le strade in cerca della magia natalizia, si ritrovano spesso in una vera e propria emergenza quando cercano un bagno pubblico. Le strutture ricettizie, come bar e ristoranti, diventano teatri d’assedio, con turisti che cercano accesso a bagni dignitosi. Confcommercio ogni anno tampona questa grave mancanza dovuta ad un’amministrazione distratta e disattenta verso i suoi cittadini con bagni chimici mobili. L'assenza di bagni pubblici adeguati non solo danneggia l'immagine della città, ma compromette anche l'esperienza turistica. Come possiamo aspirare a essere una destinazione accogliente se non forniamo servizi basilari come bagni pubblici puliti e accessibili?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd: "Bella la città del Natale. Ma i parcheggi? E i bagni pubblici?"

ArezzoNotizie è in caricamento