rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica Bibbiena

"Al pronto soccorso per un piccolo infortunio: così ho sperimentato l'efficienza dell'ospedale del Casentino"

Il post del consigliere regionale Ceccarelli: "Ho già contattato il direttore della Asl, di fronte ai turni massacranti devono essere trovate soluzioni"

"Nei giorni scorsi mi è toccato sperimentare l’efficienza del pronto soccorso di Bibbiena a causa di un piccolo infortunio. Ho potuto così avere conferma che nei piccoli ospedali, non di rado, si riescono a garantire ottimi livelli di assistenza, ma ho anche potuto toccare con mano la preoccupazione e l’apprensione con cui gli operatori vivono questo momento così delicato, in conseguenza della riduzione dell’organico a causa di pensionamenti e di uscite volontarie di medici, con turni di lavoro massacranti".

A raccontare - con un post su Facebook - la sua esperienza presso il reparto di emergenza urgenza dell'ospedale del Casentino è stato il consigliere regionale Vincenzo Ceccarelli. 

"Una situazione che purtroppo è comune ad altri presidi regionali, ma che a Bibbiena in questo momento è particolarmente critica". Il riferimento è alla situazione che si è creata per carenza di personale. "Mi sono immediatamente attivato con la direzione sanitaria e ho trovato piena disponibilità a ricercare soluzioni per dare una risposta organizzativa che sappia anche rassicurare i molti volontari, i quali, come ben sappiamo, svolgono un ruolo centrale nel funzionamento del sistema dell’emergenza. Sistema che, peraltro, è oggetto proprio in questo periodo di una riforma a livello regionale, con cui, di fatto, si estenderà agli altri territori l’assetto organizzativo già attuato nell’area aretina, omogeneizzando il tutto e creando le premesse per il recupero di personale medico necessario a sopperire le carenze in particolare di medici dell’urgenza, di cui si parla ormai da qualche mese". 

"Colgo anche l’occasione - conclude Ceccarelli nel suo post - per esprime soddisfazione per il bando da poco attivato per la sostituzione del primario di chirurgia dell’ospedale, dando un’altra risposta importante  di continuità di un servizio che in questi anni è stato ricoperto al meglio dal dottor Rinnovati, recentemente andato in pensione, che anch’io voglio ringraziare per il prezioso lavoro svolto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Al pronto soccorso per un piccolo infortunio: così ho sperimentato l'efficienza dell'ospedale del Casentino"

ArezzoNotizie è in caricamento