menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ora Ghinelli: "Il Pd non strumentalizzi la Giostra contro Ghinelli per trarne visibilità"

La riposta del gruppo di maggioranza sugli attacchi per la proriga degli organi collegiali e per la scelta della delega alla Giostra data al consigliere Bertini

Nota da parte di Simon Pietro Palazzo, consigliere di maggioranza, per conto del gruppo consiliare Ora Ghinelli 20-25. "Siamo allenati ad attacchi del Pd - scrive - che hanno come unico obbiettivo poter rompere quel silenzio  politico che li avvolge da mesi, ma troviamo deprimente e poco edificante il cercare di coinvolgere il mondo giostresco nel vano tentativo di strumentalizzarlo contro l’amministrazione  Ghinelli per trarne visibilità. Rimandiamo alla poca fantasia del mittente questi strali che cadono ampiamente fuori bersaglio, in quanto la volontà è sempre stata di non vendere illusioni né false promesse, né insicurezze su quello che ad oggi pare ancora difficile sancire a causa del Covid 19 e della sua scia di conseguenze". Il riferimento è all'ultima uscita dei Dem sul tema della proroga degli organi collegiali e sulla delega alla Giostra del consigliere Bertini.

"La conferma delle date delle due Giostre nel 2021, ovvero il 19 giugno e del 5 settembre, delinea intanto la volontà di questa amministrazione di programmare e proseguire nel rilancio della manifestazione più amata dal popolo aretino - continua Ora Ghinelli -. Degna di nota e di valore la delega alla Giostra del nostro consigliere Paolo Bertini, indubbiamente capace, competente, propositivo e che lo vedrà per puro amore nei confronti della città e della manifestazione impegnarsi per dirimere importanti questioni nel 90º anno dalla nascita o, come piace dire a noi, dalla riscoperta della Giostra del Saracino in epoca moderna. Per questi motivi appoggiamo con convinzione e fermezza tutte le iniziative intraprese dal sindaco, dalla giunta e dal consigliere Bertini, invitando il Pd a non strumentalizzare o ad ergersi a paladini non richiesti, quel Pd che vide la sua rappresentanza comunale votare all’unanimità con la maggioranza di centrodestra, la fine dell’Ente Giostra in data 8 febbraio 2019 ed oggi dimenticarlo in virtù di poter dire qualcosa sulla stampa. Invitiamo costruttivamente i colleghi del Pd a concentrare le loro azioni su iniziative più utili come sollecitare la Regione Toscana o il Ministro alla Cultura in quota Pd Dario Franceschini a stanziare fondi per rievocazioni storiche importanti come la Giostra del Saracino per contribuire ad esempio al rifacimento periodico dei costumi o al ristoro delle Istituzioni fondamentali come quelle dei Quartieri: queste sarebbero iniziative per chi ha a cuore la Giostra, diversamente sarà per loro e non solo politicamente una pessima uscita, fuori dalla lizza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Coronavirus, altri 76 contagi nell'Aretino e 29 persone guarite

social

'Che sarà', il brano ispirato a Cortona che arrivò secondo a Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Le borse più belle del 2021

  • Cucina

    La ricetta dei waffles

  • Psicodialogando

    I 4 motivi che spingono una donna verso l'uomo di potere

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento