rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Politica

Le opposizioni scrivono a Stella: "Capigruppo non coinvolti nella convocazione, il consiglio comunale va rinviato"

Lettera dei gruppi di minoranza inviata anche alla prefettura. Si riaccende la polemica sul regolamento. Lo scorso 16 giugno la delibera del presidente dell'assise non passò per mancanza del numero legale

Il consiglio comunale di domani va rinviato. Lo chiedono i rappresentanti dei gruppi di opposizione, che hanno scritto al presidente dell'assise cittadina, Luca Stella e, per conoscenza, anche alla Prefettura di Arezzo. Secondo le minoranze, la convocazione della seduta è avvenuta senza la previa consultazione della conferenza dei capigruppo, passaggio necessario e fondamentale.

Già lo scorso 16 giugno, nell'ultimo consiglio, il dibattito in aula si era acceso su questo argomento. Il presidente Stella aveva proposto l’adeguamento del regolamento dell’assemblea in modo da consolidare la disciplina delle sedute in videoconferenza , così da istituzionalizzarle dopo le regole provvisorie introdotte a marzo. Alla fine della discussione però la delibera non era stata approvata perché in aula erano presenti solo 16 consiglieri. 

Questo il testo della lettera firmata da Marco Donati - Scelgo Arezzo; Donato Caporali - Partito Democratico; Michele Menchetti - Movimento 5 Stelle; Francesco Romizi - Arezzo 2020

"Egregio presidente, con la presente siamo a richiederle il rinvio della seduta del Consiglio Comunale di Arezzo convocata per domani, giovedì 30 giugno.
Riteniamo che tale convocazione sia caratterizzata da un vizio insanabile.

La convocazione del Consiglio è avvenuta in modalità telematica sulla base delle modalità previste dell'articolo 82 comma 1 del regolamento che riporta le seguenti parole: "Le disposizioni del presente Titolo disciplinano lo svolgimento delle sedute del Consiglio Comunale che si tengono mediante videoconferenza da remoto, anche in modalità mista in caso di esigenze straordinarie connesse ad eventi eccezionali ed imprevedibili, nonché in presenza di uno stato di emergenza, o comunque entro e non oltre al 30.06.2022 quando valutazioni di opportunità legate alla facilitazione della massima partecipazione lo necessitino, su decisione del Presidente del Consiglio Comunale, sentita la Conferenza dei Capigruppo".

Tenuto conto, come hanno avuto modo di segnalare nella riunione dei capigruppo da lei convocata lunedì 27 giugno i consiglieri Marco Donati e Donato Caporali, che la conferenza dei Capigruppo non è mai stata coinvolta in tale decisione e non sussistono esigenze straordinarie o eventi eccezionali, le chiediamo ufficialmente di rinviare il Consiglio Comunale ad altra data.

Certi che terrà in debita considerazione la nostra segnalazione inviamo la presente, per conoscenza, alla Prefettura di Arezzo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le opposizioni scrivono a Stella: "Capigruppo non coinvolti nella convocazione, il consiglio comunale va rinviato"

ArezzoNotizie è in caricamento