Nuova rotatoria, M5S Sansepolcro: "l’amministrazione faccia il suo dovere"

Di seguito la nota stampa diffusa dal Movimento Cinque Stelle di Sansepolcro. Nel Consiglio Comunale di martedì 24 gennaio verrà discussa e votata una nostra mozione con cui chiediamo al Sindaco Cornioli e all’Amministrazione comunale di...

movimento_cinque_stelle

Di seguito la nota stampa diffusa dal Movimento Cinque Stelle di Sansepolcro.

Nel Consiglio Comunale di martedì 24 gennaio verrà discussa e votata una nostra mozione con cui chiediamo al Sindaco Cornioli e all’Amministrazione comunale di adoperarsi al più presto per risolvere la situazione di disagio che si è creata con la costruzione della nuova rotatoria nei pressi del ponte sul Tevere.

Facciamo un po’ di cronistoria di questa vicenda: nel 2009 l’imprenditore Piccini richiede una variante urbanistica finalizzata al potenziamento della sua attività di distribuzione di carburanti, integrando l’impianto esistente con un secondo da realizzare sull’altro senso di marcia della strada Senese Aretina. L’opera nasce dunque da una richiesta, legittima, di un imprenditore e non da esigenze manifestate dalla cittadinanza o dalle istituzioni.

Poi come da questa richiesta si sia passati alla “opera buffa” che possiamo ammirare è agli atti.

La richiesta ha seguito un lungo iter di approvazione interessando tre diverse maggioranze e ha raccolto comunque sempre approvazioni pressoché unanimi. Ci teniamo a sottolineare che il Movimento 5 Stelle, non essendo fino ad allora presente in Consiglio, è l’unica forza politica a non avere nessuna responsabilità su questa vicenda.

Approvazioni quasi del tutto unanimi nonostante, con uno studio commissionato alla società specializzata TPS Transport Planning Service srl. di Perugia del dicembre 2015 si ravvisava come il tratto stradale interessato da tale opera fosse già quello più congestionato, cosa che del resto risultava già evidente a ogni cittadino.

I disagi introdotti dall’opera sono apparsi da subito evidenti e, a lavori in larga parte conclusi, si può ragionevolmente affermare che vi siano rilevanti rallentamenti nel traffico che vanno addirittura a peggiorare la situazione precedente, e che tali disagi causano evidenti danni di natura anche economica a coloro che si trovano, per lavoro o altro, a dover transitare su questo tratto di strada.

Inoltre, si ravvisano potenziali nuovi fattori di pericolo visto che la limitata larghezza delle corsie rende oggettivamente difficile il transito di ambulanze e altri mezzi di soccorso in caso di emergenza.

Considerando tutto ciò, queste sono le semplici domande che ci siamo posti e che poniamo a tutti: era necessaria questa rotonda? migliora la viabilità? ne migliora la sicurezza? chi ne trae vantaggio? perché è stata delegata ad un soggetto privato la responsabilità di un’ opera pubblica? quali sono stati i criteri che hanno portato a questa decisione? Ma la politica dov’è? Le competenze dove sono? Infine e soprattutto la responsabilità di chi è?

Dove fosse la politica in questi 10 anni tra la giunta Polcri e quella Frullani i borghesi se ne sono accorti: c’erano si, stavano a Palazzo delle Laudi, ma nel migliore dei casi dormivano. Le responsabilità del PD e dell’ex sindaco Frullani (ma anche delle forze di opposizione dell’epoca) in questa vicenda con le delibere approvate all’unanimità dai passati consigli comunali sono evidenti.

Del resto, le tristi cronache nazionali ci mostrano dove sia la reale sensibilità in seno al Partito Democratico, pronto a salvare a suon di miliardi di euro MPS (rendendo segreta la lista dei maggiori debitori) e non riesce neppure a sbloccare i soldi degli SMS solidali per i terremotati nelle terre a noi vicine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il M5S di Sansepolcro con questa mozione, che potete leggere interamente sul nostro sito (www.sansepolcro5stelle.it) con tanto di approfondimento sui vari atti succedutisi negli anni, offre la possibilità al consiglio comunale di dare mandato al Sindaco e alla giunta di risolvere la situazione, riportando gli interessi di tutti i cittadini al di sopra di tutto, restituendo alla politica il primato che dovrebbe avere. Il Sindaco ha il dovere di intervenire per porre rimedio a questa situazione e non si deve limitare a scaricare le responsabilità sulle precedenti amministrazioni, perché non è accettabile che tutti gli errori, di cui è piena questa vicenda, gravino solo sulle spalle dei cittadini che non ne hanno nessuna colpa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento