Nomine Coingas. Ghinelli: "Abbiamo reso più efficiente l'azienda. Nessuno spreco di denaro"

Sono le nomine di Coingas il tema caldo dell'estate aretina. Nomine che hanno sollevato un polverone e che hanno portato con sé un serratissimo botta e risposta tra destra e sinistra, maggioranza e opposizione. Il mondo politico locale non ha...

 

Sono le nomine di Coingas il tema caldo dell'estate aretina.

Nomine che hanno sollevato un polverone e che hanno portato con sé un serratissimo botta e risposta tra destra e sinistra, maggioranza e opposizione. Il mondo politico locale non ha tardato a prendere posizione in merito alla scelta del sindaco Ghinelli di designare tre componenti nel CdA in sostituzione del presidente dimissionario Filippo Ceccherelli.

Una decisione poco gradita dal Pd e dalla sinistra che hanno subito tacciato il primo cittadino di aver preso una scelta insensata.

"Non credo sia affatto così - ha replicato il sindaco Alessandro Ghinelli - al contrario, la mia decisione è mirata proprio allo sviluppo di questa imporante azienda partecipata".

Secondo quanto affermato dal primo cittadino infatti, le dimissioni del presidente Ceccherelli sono attribuibili anche ad un eccessivo carico di lavoro che avrebbe reso particolarmente difficile allo stimato professionista gestire al meglio le tante vicende che toccano da vicino Coingas. "Ho fatto di tutto per trattenerlo - spiega Ghinelli - ma le sue dimissioni sono state irrevocabili".

Così subito dopo l'addio di Ceccherelli ecco che arriva la novità. Non più un unico amministratore per Coingas ma tre: Sergio Staderini, Rossana Fucini e Carla Gigli.

"In questo modo - prosegue Ghinelli - ognuno potrà occuparsi delle priorità della società in maniera più diluita".

Tra le priorità e i grandi temi sui quali saranno chiamati a cimentarsi i tre ci sono: creare un polo energentico costituito da Aisa Impianti e Coingas, rapporti con Esta e quotazione in borsa dell'azienda, fusione di Centria con Toscana Energia.

"Infine - conclude Ghinelli - per quello che riguarda l'aspetto economico di questa nuova riorganizzazione sottolineo che il il cdA riceve un corrispettivo di 28mila euro ovvero 10mila in più rispetto a quanto era corrisposto al solo presidente".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento