Mugnai attacca Donati su Banca Etruria: "Ad Arezzo sanno chi ha dato la pozione letale"

«Se chi sia stato non si sa a uccidere l’Uomo Ragno, su Banca Etruria l’onorevole Donati ha ragione: gli aretini forse non sanno ancora chi abbia fatto ammalare Bpel, ma di certo sanno chi le ha somministrato la pozione letale. La risposta è: il...

de-girlomo6-mugnai

«Se chi sia stato non si sa a uccidere l’Uomo Ragno, su Banca Etruria l’onorevole Donati ha ragione: gli aretini forse non sanno ancora chi abbia fatto ammalare Bpel, ma di certo sanno chi le ha somministrato la pozione letale. La risposta è: il governo Renzi e il Giglio Magico, con plauso dello stesso Donati che non appena il ‘salvabanche’, nonché ‘azzerarisparmiatori’, venne varato il 22 novembre alle 19.08 ebbe a twittare: “Bene Governo su Banche e provvedimento anti bail-in”, per poi proseguire asserendo nel suo comunicato stampa: “Il provvedimento, che consente di trovare una soluzione anche alle travagliate vicende di Banca Etruria, rappresenta un segnale positivo per il territorio e in particolare per il personale, i correntisti e la clientela degli istituti di credito tra i quali quello aretino”».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A parlare così è il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Stefano Mugnai, candidato con Forza Italia alla Camera dei deputati per le elezioni politiche del 4 marzo prossimo come capolista nei collegi plurinominali 4 (Arezzo, Siena, Grosseto) e 3 (Firenze, Sesto Fiorentino, Empoli) che riporta il tema Banca Etruria nella campagna elettorale riprendendo le dichiarazioni più volte rilasciate dall’onorevole del Pd Marco Donati.

Mugnai, come tutta Forza Italia, ha preso a cuore fin da subito la questione Bpel e ora conserva chiaro in mente lo scenario entro cui si è generata: «Riguardo a Donati, invece, siamo in presenza di un evidente caso di rimozione. Questo Marco Donati è lo stesso che faceva a gara ad arrivare primo per lodare di più e meglio l’operato del gran capo Matteo Renzi. Ora fa lo gnorri, ma intanto risparmiatori e imprese sono stati danneggiati proprio da loro. E la banca persa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento