Monte San Savino, consiglio comunale incandescente: "Bene comune contro opportunismo

Così "Per Monte San Savino con Margherita Scarpellini" interviene sull'argomento che in questi giorni ha infiammato il dibattito savinese

"In merito al Consiglio Comunale del 29 giugno e al polemico comunicato diffuso dai gruppi di opposizione rispondiamo con un dato di fatto: al sindaco e alla maggioranza che governa Monte San Savino interessa il bene comune prima di tutto il resto".  Così "Per Monte San Savino con Margherita Scarpellini" interviene sull'argomento che in questi giorni ha infiammato il dibattito savinese.

"Proprio per questo è stato ritenuto un atto di responsabilità svolgere il Consiglio e approvare delibere di grande importanza in grado di offrire immediate risposte alle necessità dei cittadini. Necessità divenute ancor più stringenti a seguito dell'emergenza Covid. L'interesse è stato quello di mettere in atto azioni concrete di sostegno alla nostra gente, mentre non ci interessano le polemiche e gli opportunismi politici.

Purtroppo l'opposizione ha invece dimostrato carenza di senso civico e irresponsabilità. Approfittando dell'assenza del consigliere Petroni, per imprevisti improvvisi motivi di lavoro (opera nell'ambito sanitario), e dell'assessore Maina ha tentato di far mancare il numero legale. Quando si è riscontrata la presenza dell'assessore Maina, collegatosi online come consentito dalla modalità di convocazione del consiglio stesso (che permetteva anche di partecipare in video-conferenza), ha abbandonato l'aula.

In definitiva le minoranze hanno tentato, ancora una volta, di fare ostruzionismo per bassi scopi politici. Se per il gruppo consiliare 52048 di Bennati e Cheli non si rimane affatto sorpresi, dato che è sempre stato questo il loro atteggiamento, dal gruppo consiliare Rinascimonte e dai consiglieri Luzzi e Liberatori ci si aspettava una maggiore responsabilità".

Poi si rivolge a Ginepri e ai "Socialisti per Monte San Savino: "Chiediamo se ritengono coerente accodarsi definitivamente con le destre nell'atteggiamento ostruzionistico rispetto alla lista Per Monte San Savino - con Margherita Scarpellini, nella quale il loro rappresentante è stato eletto. Forse per un minimo di coerenza e per non dimostrare eccessivo attaccamento alle poltrone sarebbe opportuno che Ginepri traesse le dovute conclusioni.

Fortunatamente, nonostante questo comportamento ostruzionistico, i lavori del Consiglio si sono svolti. Con il Consiglio Comunale del 29 giugno l’amministrazione comunale di Monte San Savino guidata da Margherita Scarpellini ha approvato una vasta serie di misure che sono frutto di un lavoro approfondito della macchina comunale, strategiche per la situazione di emergenza in atto e per continuare il lavoro già impostato. Si trattava di un Consiglio fondamentale per il futuro di Monte San Savino e, fortunatamente, è stato regolarmente svolto nonostante l'atteggiamento dei gruppi di opposizione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Marito e moglie fermati da finti militari, picchiati e rapinati

  • "Pettorina finta e Glock in mano, così ho capito che non erano carabinieri". Il vocale che svela i trucchi della banda dell'Audi bianca

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento