Politica

Monte San Savino, manca il numero legale. Scambio di accuse tra i gruppi consiliari

Aria tesa a Monte San Savino dove l'ultimo consiglio comunale non è potuto riunirsi. "E' mancato il numero legale" spiegano i rappresentati di tutte le liste che almeno su questo punto sono d'accordo, ma non sui motivi. "All'appello mancavano i...

comune-monte-san-savino

Aria tesa a Monte San Savino dove l'ultimo consiglio comunale non è potuto riunirsi. "E' mancato il numero legale" spiegano i rappresentati di tutte le liste che almeno su questo punto sono d'accordo, ma non sui motivi.

"All'appello mancavano i consiglieri Vanni, Ginepri e Lachi oltre al sindaco Scarpellini, quest'ultima per un impedimenti personale - spiega Marcella Luzzi di Rinascimonte - siamo rimasti veramente perplessi e sbalorditi, e come noi anche la maggioranza".

Maggioranza che risponde prontamente. "E' vero mancavano tre consiglieri ma il consiglio si sarebbe potuto comunque riunire - spiega Nicola Meacci - l'opposizione non entrando in aula ha fatto venire meno il numero legale".

L'opposizione tra l'altro era pronta a votare con parere favorevole l'affidamento del servizio relativo all'asilo nido. "E' uno dei servizi più importanti tra quelli erogati - prosegue Marcella Luzzi - con i consiglieri della lista 52048 eravamo pronti a esprimere un parere favorevole al riguardo. Purtroppo non è stato possibile".

Pronta la risposta della maggioranza che sottolinea come il sì dell'opposizione avrebbe fato piacere, ma al tempo stesso chiede perché Rinascimonte e 52048 non ha reso legale la seduta.

"Ieri sera - scrivono Rinascimonte e la lista 52048 - la maggioranza di sinistra del Comune di Monte San Savino, a causa di numerose assenze, non ha garantito il numero legale, tanto che la seduta è stata dichiarata deserta per assenza del Sindaco Scarpellini (unica assente giustificata) ed i consiglieri Vanni, Lachi e Ginepri. Come è noto, spetta alla maggioranza e non è certo compito dei consiglieri di minoranza garantire il numero legale. Il gruppo consiliare 52048 Orizzonti Comuni ed il gruppo consiliare Rinascimonte non possono dunque che esprimere unanimemente tutto il loro sconcerto - e finanche amarezza - su come venga amministrato il Comune di Monte San Savino, oramai senza alcun controllo politico. Lo sbando di quella che un tempo era la sinistra di Monte San Savino è più che totale, ma ciò che è più grave è che è proprio questa inesistente maggioranza ad amministrarci. Questa totale inadeguatezza ci preoccupa, perchè i danni che la stessa causa non potranno che ripercuotersi su tutti cittadini, di ogni parte politica essi siano".

Pronta la replica da parte della maggioranza.

"Il sindaco Margherita Scarpellini aveva fatto ogni sforzo per poter essere presente in tale Consiglio Comunale per un primo rientro al lavoro dopo un serio intervento chirurgico e i problemi derivanti dai postumi di tale intervento. Purtroppo poco prima del Consiglio Comunale costatando l'insorgenza di febbre alta ha dovuto rinunciare. Altri consiglieri di maggioranza avevano già annunciato la loro assenza per impedimenti più che motivati. Tra questi anche il Consigliere Anziano (cioè chi ha ricevuto più voti considerando la somma dei voti di lista con quelli di preferenza) che aveva presieduto legittimamente gli ultimi due consigli comunali così come riconfermato dal parere scritto dalla Prefettura del 13 aprile 2018 che richiama anche il parere in merito del Consiglio di Stato 94/1996. A questo punto il Sindaco e il gruppo di maggioranza, data la situazione di necessità e urgenza, hanno ritenuto di nominare un assessore eletto nel consiglio comunale come presidente temporaneo, anche per evitare l'ennesimo scontro con le opposizioni che nel precedente Consiglio avevano abbandonato l'aula adducendo pretestuose, inconsistenti ed assurde critiche alla legittimità della presidenza del consigliere anziano e chiedendo una, sostanzialmente e formalmente inutile, nomina temporanea di un assessore eletto. Pertanto esponenti della Giunta comunale hanno comunicato ciò che stava accadendo e le decisioni in corso prima ai Consiglieri del Gruppo Rinascimonte, che in un primo momento sembravano comprendere la situazione, poi ai sopraggiunti Consiglieri del Gruppo 52048 Orizzonti Comuni che hanno esposto le loro considerazioni. Ma al dunque entrambi i gruppi di opposizione non si sono presentati all'appello facendo quindi mancare il numero legale, senza peraltro fornire una motivazione ufficiale, e quindi il Consiglio Comunale è stato rinviato. Tutto ciò dimostra, ma non ce n'era bisogno perché era già chiaro, una serie di cose. Ai consiglieri del gruppo 52048 Orizzonti Comuni non importa nulla dei problemi di salute del Sindaco, che resta comunque una istituzione che rappresenta tutti i cittadini di Monte San Savino e quindi merita rispetto. Non importa nulla delle necessità dei bambini e delle famiglie che frequentano l'Asilo nido comunale. Non importa nulla delle necessità del centro storico e dei lavori che devono essere appaltati. Ma interessano esclusivamente gli interessi della propria parte politica, che ritengono siano quelli di fare ostruzionismo in ogni modo possibile e immaginabile mettendo ad ogni occasione in bastoni fra le ruote all'azione dell'amministrazione comunale, come del resto hanno sempre, più o meno apertamente, dichiarato".

Twitter @MatteoMarzotti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monte San Savino, manca il numero legale. Scambio di accuse tra i gruppi consiliari

ArezzoNotizie è in caricamento