Microcriminalità. Casucci (Lega): "Riformiamo la normativa che disciplina la legittima difesa"

“I recenti dati  sull’aumento dei furti nelle abitazioni (pari ad un sensibile incremento del 30%), confermati dalla Procura di Arezzo destano molta preoccupazione e non ci devono lasciare indifferenti”. Ad Affermalo è il consigliere regionale...

marco casucci

“I recenti dati sull’aumento dei furti nelle abitazioni (pari ad un sensibile incremento del 30%), confermati dalla Procura di Arezzo destano molta preoccupazione e non ci devono lasciare indifferenti”.

Ad Affermalo è il consigliere regionale della Lega Nord Marco Casucci il quale, ha recentemente portato all'attenzione dell'assise regionale il tema riguardante la normativa che disciplina la legittima difesa.

“Collegata a tale rilevante problematica - precisa Casucci - ho recentemente proposto una mozione in Consiglio regionale che concentrava la sua attenzione sulla Legittima Difesa, un tema di stretta e scottante attualità. Sono infatti fermamente convinto che si debba riformare l’attuale disciplina vigente in Italia, con un chiaro inasprimento delle pene per i reati di furto, specialmente per quelli perpetrati nelle abitazioni. Infatti, non si può assolutamente transigere sul diritto costituzionale del cittadino alla sicurezza e sul corrispondente obbligo delle Istituzioni nel garantirla”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Lo Stato - prosegue l’esponente del Carroccio - deve obbligatoriamente presidiare capillarmente il territorio e quindi è necessario potenziare i mezzi a disposizione delle Forze dell’Ordine e non ridurre le risorse, come hanno fatto gli ultimi Governi centrali. Non è normale che i cittadini italiani e toscani abbiano paura ad uscire di casa, per non lasciarla incustodita. In linea, poi, con quanto approvato in Lombardia è auspicabile il patrocinio gratuito, garantendo, anche da parte della Regione Toscana, di sostenere le spese di quelle persone che siano state accusate di aver commesso un delitto per eccesso colposo in legittima difesa. Inoltre bisogna intervenire nell’ambito dell’assistenza e dell’aiuto ai familiari degli esercenti vittime della criminalità, tramite un’assistenza legale e supporti economici, utili ad affrontare le emergenze economiche successive all’azione criminosa- In definitiva, dunque - conclude Marco Casucci - per far sì che i preoccupanti dati emersi in questi giorni sulla criminalità ad Arezzo, possano effettivamente cambiare, bisogna agire in fretta e non barricarsi dietro facili ideologie che favoriscono solo l’incremento di atti criminali, che spesso restano, colpevolmente, impuniti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • Muore in moto a 51 anni: dramma alle porte della provincia di Arezzo. Era in viaggio col figlio

  • Miss Toscana a 17 anni, il teatro Petrarca, gli affetti. Anna Safroncik: "Vi racconto la mia Arezzo"

  • Pioggia di bonus in arrivo: sconti sulle cene al ristorante, scarpe, vestiti e arredi

  • Coronavirus, nuovo Dpcm in arrivo: ecco cosa cambia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento