Politica

Distribuzione mascherine, De Robertis e Ceccarelli sul caso di Cortona: "Il Comune cambi modalità"

"Con questo modo di agire si rischia di vanificare il grande sforzo fatto dalla Regione anche nel reperimento delle mascherine. E si espongono i cittadini, molti anziani, ad un inutile rischio di contagio"

"Il Comune di Cortona cambi modalità di distribuzione delle mascherine, è una questione di sicurezza", così Lucia De Robertis Vincenzo Ceccarelli e Simone Tartaro commentano con un post su Facebook quanto segnalato da numerosi cittadini questa mattina el comune di Cortona. 

"Le immagini che i cittadini impauriti ci stanno facendo arrivare mostrano una situazione sbalorditiva: file di cittadini di Cortona che, per quanto disciplinati, sono costretti a file e ad un concentramento, che è cio che si dovrebbe assolutamente evitare, per ricevere le mascherine della Regione. Un modo di distribuire questi dispositivi, quello stabilito dal sindaco Meoni, assolutamente rischioso".

Un commento nel quale sostengono De Robertis, Ceccarelli e Tartaro, che c'è il rischio di veder vanificata l'attività della Regione per far arrivare le mascherine ai cittadini.

"Con questo modo di agire improvvisato - aggiungono - si rischia di vanificare il grande sforzo fatto dalla Regione anche nel reperimento delle mascherine. E si espongono i cittadini, molti anziani, da quel che ci hanno mostrato, ad un inutile rischio di contagio".
"Meoni - concludono - faccia come gli altri sindaci, anche del suo schieramento politico, procedendo alle consegne a domicilio. Il nostro non è un attacco politico, ma un appello 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distribuzione mascherine, De Robertis e Ceccarelli sul caso di Cortona: "Il Comune cambi modalità"

ArezzoNotizie è in caricamento