Macrì (FdI-AN): “"Renzi, lo smemorato di Rignano"

In seguito alla conferenza stampa di fine anno del premier Renzi, durante la quale sono state fatte varie affermazioni su Arezzo, tanto da scatenare una bufera politica, ecco l'intervento di Francesco Macrì (FdI-An) Sessanta chilometri...

macrì_francesco

In seguito alla conferenza stampa di fine anno del premier Renzi, durante la quale sono state fatte varie affermazioni su Arezzo, tanto da scatenare una bufera politica, ecco l'intervento di Francesco Macrì (FdI-An)

Sessanta chilometri. Questa è la distanza che ha separato fin dalla nascita Matteo Renzi da Arezzo. Ogni tanto esce fuori che abbia in città perfino un’anziana parente. E ancora è uscito fuori un ministro “aretino”, tale Elena Boschi: possiamo dire dal cilindro perché chi l’aveva mai vista in città prima di assurgere a tale incarico? Poi il Matteo Renzi è stato presidente di provincia e sindaco del capoluogo toscano. Siamo sempre lì, a una sessantina di chilometri. Possibile che in tutto questo crogiolo di esperienze, la conoscenza della nostra città sia tale da fargli affermare che solo con Fanfani e Nepi (Nepi!!!) Arezzo ha conosciuto un governo di centrosinistra?

Dunque, abbiamo un presidente del consiglio che commentando uno striscione nella conferenza stampa di fine anno, già questo la dice tutta sullo spessore del personaggio, dimostra che non ha la minima conoscenza della storia politica di una delle città più importanti della Toscana. Che ne penseranno i dirigenti storici della sinistra aretina, tra i quali è oggi scomparso Ottone Occhiolini e per questo esprimo le mie condoglianze alla famiglia? Che ne penseranno i renziani?

Il ragazzo da Rignano, dunque, non solo se ne frega di migliaia di persone come dimostrato con il decreto cosiddetto “salva-banche” ma in realtà da ribattezzare “deruba-risparmiatori”. Racconta perfino favole su Arezzo e la sua storia del dopoguerra per allontanare da sé la responsabilità su Banca Etruria. La sua gaffe sottende e tradisce il bieco tentativo di una falsa teoria: non abbiamo governato Arezzo e quindi neanche la banca.

Non è così: la prossima conferenza stampa, invece di leggere pedissequamente gli appunti (sbagliati!) forniti dai tuoi collaboratori sui sindaci di un capoluogo di provincia, spiega agli italiani i rapporti opachi con la banca della tua area politica e dei santuari economici vicini al Pd. Magari con annessi e connessi, tipo rapporti societari di Tiziano Renzi e il presidente Rosi. Ah, il sindaco di Arezzo, oggi, per fortuna, è veramente di centro-destra e si chiama Alessandro Ghinelli, tante volte dovesse servire.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma della strada: perde la vita in un terribile schianto alle porte di Arezzo

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Muore a 24 anni nello schianto tra Monte San Savino e Arezzo

  • Doppio dramma della strada: Enrico e Stefano, due vite spezzate

  • Ciclista va in arresto cardiaco e cade rovinosamente. Rianimato: è grave

  • "Addio Enrico", quell'amore per moto e calcetto. Il dolore di Palazzo del Pero: attesa per i funerali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento