Politica

Macrì e Carlettini: "Dopo incidente di San Leo serve manifestazione sulla sicurezza"

"Rumeno ubriaco al volante e due persone, una madre e una bambina di 10 anni, hanno perso la vita. Siamo stufi di buonismo e non ci lasciamo condizionare dai distinguo. Non è infatti il primo caso che soggetti senza scrupoli si mettono alla guida...

macrì_francesco

"Rumeno ubriaco al volante e due persone, una madre e una bambina di 10 anni, hanno perso la vita. Siamo stufi di buonismo e non ci lasciamo condizionare dai distinguo. Non è infatti il primo caso che soggetti senza scrupoli si mettono alla guida in condizioni disperate, sia fisicamente che psichicamente. In automezzi che non dovrebbero condurre neanche da sobri. E questi soggetti non sono di nazionalità italiana. Lo dicono le cronache". Così intervengono il capogruppo consiliare Francesco Macrì e la presidente commissione sicurezza Giovanna Carlettini (Fratelli d'Italia-Alleanza per Arezzo) all'indomani del tragico incidente nel quale hanno perso la vita la piccola Letizia Fiacchini e la mamma Marzanna Barbara Stepien.

"Intanto a livello nazionale si depenalizza la guida senza patente riducendola a mero illecito amministrativo, una cosa che invita a comportamenti oltre le righe, e del reato di omicidio stradale se ne perdono le tracce. Scelte che sollevano pesanti interrogativi che rigiriamo al Parlamento.

Alla nostra comunità locale e ai suoi rappresentanti chiediamo invece se non sia il caso di organizzare una manifestazione in città sulla sicurezza, perché quello che è successo nelle strade di San Leo è una questione di sicurezza: i cittadini devono avere il diritto di camminare tranquilli nei marciapiedi, quando escono o rientrano a casa. Non devono vivere nel timore di essere falciate da un rumeno ubriaco oppure oltraggiate o molestate per motivi di furto o violenza fine a se stessa. È l'ora di dire basta e di stringersi attorno, come forze politiche, ai nostri stessi concittadini e testimoniare loro una vicinanza forte.

Nella prima riunione della commissione che presiede, Giovanna Carlettini, risolleverà con decisione la nostra richiesta di un Consiglio Comunale aperto sulla sicurezza, da allargare a chiunque sia interessato, compresi operatori del settore e magistrati che non dovrebbero sottrarsi, su certi temi, a dibattito pubblico.

Infine, rivolgiamo un appello al sindaco affinché valuti l'opportunità di indire il lutto cittadino in occasione dei funerali delle due vittime, per interpretare il profondo sentimento di cordoglio che sta coinvolgendo l'intera comunità cittadina".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macrì e Carlettini: "Dopo incidente di San Leo serve manifestazione sulla sicurezza"

ArezzoNotizie è in caricamento