rotate-mobile
Politica

Il M5S Arezzo: "Il Comune taglia alberi indiscriminatamente, mentre noi li piantiamo"

Nel mirino gli interventi in piazzale Repubblica, via Spallanzani, archi vasariani, parcheggio Pietri, Serd via Fonte veneziana e le potature in via Matteotti, via Monte Cervino, piazza Santissima Annunziata

Intervento del M5S Arezzo sul verde pubblico. "Dopo il taglio indiscriminato di alberi in piazzale Repubblica, via Spallanzani, archi vasariani, parcheggio Pietri, Serd via Fonte veneziana - attacca una nota - a quanto pare tutti eseguiti con la giustificazione della sicurezza, adesso siamo passati alla potatura selvaggia, ad esempio in via Matteotti, via Monte Cervino, piazza Santissima Annunziata. Stiamo infatti assistendo, non tanto ad una normale manutenzione del verde urbano, ma addirittura ad una capitozzatura a diritto. Siamo sicuri che queste potature siano fatte da esperti? Potremmo infatti dire che a tagliare tutti i rami, sono capaci tutti". La nota prosegue: "Se ogni anno, gli ulivi e le viti venissero potate in quel modo, senza rispettare un’arte ormai antica, nelle nostre zone non avremmo probabilmente più né olio né vino da tempo. Non soltanto l’amministrazione ancora non ha rispettato la piantumazione di un albero per ogni nato, ma non sembra curare nemmeno ciò che già c’è. Il Movimento 5 Stelle di Arezzo aderisce da anni all’iniziativa 'Alberi per il futuro', mettendo a dimora - a spese proprie - degli alberi in parti della città dove non sono presenti, per cercare di dare respiro a quartieri e parchi dove c’è bisogno.

Per questo il M5S Arezzo aggiunge: "Ricordiamo inoltre che il prossimo 21 novembre alle ore 9 si svolgerà la nuova iniziativa 'Alberi per il Futuro' con la messa a dimora di 8 tigli al parco del Foro Boario e 2 liriodendron specie tulipifera in via Meattini, zona Meridiana. Certo che se noi riusciamo a piantare, autofinanziandoci, una decina di alberi e poi il Comune ne taglia molti di più con fondi pubblici, crediamo non sia il metodo giusto per migliorare la quantità e qualità del verde cittadino. Tutti parlano di sostenibilità, lotta ai cambiamenti climatici, abbassamento delle temperature, portano ad esempio Greta Thunberg ed i Fridays For Future, ma poi, quando c’è da mettere in atto delle azioni concrete, fanno orecchie da mercante.  Per cambiare veramente le cose, non possiamo sempre aspettare che siano gli altri a farlo, ma dobbiamo essere tutti noi, nel nostro piccolo, a cominciare, sia come privati cittadini che come istituzioni di qualsiasi livello, partendo ad esempio dalla diminuzione degli sprechi, dal riutilizzo e riciclo di tutto ciò che è possibile". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il M5S Arezzo: "Il Comune taglia alberi indiscriminatamente, mentre noi li piantiamo"

ArezzoNotizie è in caricamento