Lottizzo "La Badiola": impegno per la ripresa dei lavori. Storico risultato per Terranuova In Comune

"Un risultato storico della lista civica Terranuova in Comune dopo 13 anni di immobilismo e di promesse non mantenute". Così la lista civica ha commentato l'impegno, per la  ripresa dei lavori al lottizzo La Badiola, strappato al sindaco alla...

"Un risultato storico della lista civica Terranuova in Comune dopo 13 anni di immobilismo e di promesse non mantenute". Così la lista civica ha commentato l'impegno, per la ripresa dei lavori al lottizzo La Badiola, strappato al sindaco alla giunta comunale nel corso di un consiglio molto partecipato e dai toni molto accesi. "Abbiamo fatto un grande gioco di squadra insieme ai cittadini con i quali abbiamo interagito per tutta la seduta, come loro punto di riferimento- afferma Terranuova in Comune - La maggioranza ha accettato di votare la nostra risoluzione il cui impegno del Comune sarà la ripresa dei lavori appena ci saranno tutte le nuove autorizzazioni necessarie e che dovranno portare alla ultimazione delle opere di urbanizzazione primaria. Un intervento urgente per la sicurezza e la salubrità dell'abitato privo di adeguata illuminazione pubblica anche all'interno del cantiere, malgrado il pagamento di tasse e di tariffe richieste regolarmente, e con la presenza lungo le strade di cavi scoperti e di marciapiedi e strade non finiti. Entro 15 giorni il responsabile del procedimento dovrà relazionare alla commissione consiliare competente sulla consistenza dei lavori effettuati.


Poi, ogni due mesi, informerà la stessa commissione e il consiglio comunale sullo stato di avanzamento delle opere con sopralluoghi mirati al cantiere. Si tratta di un primo passo nella giusta direzione dopo anni di silenzi. L'iter di questo impegno è stato seguito da circa 80 persone che fino alle 1:30 di mattina, di sabato 11 luglio, sono stati incollati alle sedie dell'aula del consiglio. Erano anni che non si vedeva una tale partecipazione. Rimane il nodo scoperto di una decisione politica del sindaco che ha destinato €850.000,00, escussi alla azienda appaltatrice per la fideiussione secondaria, non alle opere del lottizzo, ma al completamento della ex scuola delle Ville. Una decisione che non avremmo mai preso perché è un'operazione per fare cassa subito e con chi scopo di tornaconto elettorale. Noi avremmo impiegato quei soldi nel lottizzo e in quell'area specifica, ancora martoriata dalla presenza della discarica e dai camion per il trasporto dei rifiuti. Gli abitanti hanno pagato la loro abitazione in base ad un progetto che doveva essere la

"Beverly hills" delle Balze. È diventato invece una vergogna. Vogliamo ringraziare tutti i cittadini che hanno partecipato al consiglio e tutte le forze politiche che hanno condiviso con noi questa battaglia. Vigileremo ancora. Cotrolleremo ancora. Ciò che per 13 anni il Comune non è stato in grado di svolgere adeguatamente".


Gruppo consiliare Terranuova in Comune

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Marito e moglie fermati da finti militari, picchiati e rapinati

  • Neve e vento forte: è codice giallo in provincia di Arezzo. L'elenco dei comuni interessati

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento