Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Manneschi: "La nuova legge sull'edilizia popolare non limita i Comuni nella pubblicazione di nuovi bandi"

L'assessore alle Politiche per la casa del Comune di Arezzo risponde a Vincenzo Ceccarelli

"Non soltanto la legge nr. 2 del 2019 della Regione Toscana non limita i Comuni nella pubblicazione di nuovi bandi per l'assegnazione di alloggi erp, ma proprio per la sua ratio, che lega l'assegnazione degli immobili ad un minimo di cinque anni di residenza, rappresenta la miglior tutela per chi risiede nel nostro territorio da anni e paga le tasse". Così Monica Manneschi assessore alle politiche della casa risponde al capogruppo Pd in Consiglio regionale Vincenzo Ceccarelli.

"Secondo Ceccarelli, come si legge in una sua dichiarazione alla stampa, tale legge danneggerebbe il 90% degli italiani residenti, faccio notare che una percentuale così alta come da lui stesso evocata può essere garantita solo da una legge che davvero tuteli prima di tutto i diritti di chi dimostra di avere un legame continuativo e duraturo con il territorio. La battaglia portata avanti dalla Lega in Consiglio regionale è una battaglia di equità, anche nei confronti di quei cittadini stranieri regolari che si sono integrati e magari aspettano da anni una sistemazione e che si potrebbero vedere, al pari di migliaia di toscani, superati da chi magari dall'estero è arrivato un giorno fa. Cosa ancora più grave in un momento storico in cui la povertà è in aumento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manneschi: "La nuova legge sull'edilizia popolare non limita i Comuni nella pubblicazione di nuovi bandi"

ArezzoNotizie è in caricamento