"Le chiacchiere non fanno farina." L'attacco di Libera Castiglioni sulla sanità toscana

Dichiarazioni di Libera Castiglioni: Se c’è una cosa che da sempre fa infuriare la gente e la porta ad allontanarsi dalla politica, è sicuramente la pessima abitudine di parlare tanto e di concludere poco, o addirittura di agire in contraddizione...

Castiglion Fiorentino

Dichiarazioni di Libera Castiglioni:

Se c’è una cosa che da sempre fa infuriare la gente e la porta ad allontanarsi dalla politica, è sicuramente la pessima abitudine di parlare tanto e di concludere poco, o addirittura di agire in contraddizione con quanto si pontifica.

Ci pare su questa falsariga il comportamento del PD toscano in materia di sanità.

Innumerevoli sono le operazioni di facciata e le iniziative di maquillage volte a mostrare una situazione più tranquilla e serena di quanto in realtà sia davvero.

Ne è un esempio il convegno sui vaccini tenutosi venerdì 8 settembre a Castiglion Fiorentino, con la partecipazione di esponenti locali del PD nonché di figure rilevanti dell’ASL.

Ovviamente nulla di male sul tema, nei cui confronti l’attenzione deve essere altissima, anche per non lasciare spazio e credito ad improvvisati santoni che si pongono in contrasto con i dettami della comunità scientifica internazionale. Ed i castiglionesi sono assolutamente al di sopra di ogni sospetto, essendo la copertura dei nostri bambini pari al 100%.

Ciò che non torna è che, mentre si cerca di convincere la popolazione che tutti i servizi funzionano e che ogni cosa è sotto controllo, al contempo si continuino a sottrarre risorse al sistema sanitario locale, penalizzando in modo sconsiderato in particolare l’ospedale più vicino, quello della Fratta.

Ad esempio, è vergognoso che in tale struttura non sia più attivo un servizio di chirurgia d’urgenza, che le tac possano essere effettuate solo di giorno, che reparti d’eccellenza come ortopedia vengano continuamente penalizzati.

Non erano questi i patti, non erano queste le promesse e le prospettive che fin dall’apertura della struttura erano state fatte ai cittadini della Valdichiana, per bocca dell’onorevole Bindi e di tutti gli esponenti politici man mano succedutisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Ma per il PD toscano questa è la solita procedura: si promette, non si mantiene, ma si indora la pillola e si distoglie l’attenzione focalizzandola su aspetti del tutto marginali.

Attenzione però, perché la cortina di fumo si sta dissolvendo, tutte le marachelle del PD stanno emergendo in qualunque ambito. E noi saremo sempre vigili, a denunciare questi scandali e, ove possibile, a porvi rimedio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento