menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carlettini: "Intitoliamo una strada a Emanuela Loi"

La proposta della consigliera di Fratelli d'Italia: "Morì nell'attentato a Borsellino, è la prima donna poliziotto vittima in servizio"

“Un primato drammatico. Questo, purtroppo, è ciò che contraddistingue Emanuela Loi, morta a soli 24 anni a seguito dell’attentato di via D’Amelio in cui rimasero uccisi anche il magistrato Paolo Borsellino e gli altri agenti della scorta. Emanuela è stata la prima poliziotta donna in Italia a cadere vittima in servizio”.

È con queste parole che Giovanna Carlettini accompagna la presentazione di un atto di indirizzo a sua firma per chiedere al sindaco di intitolare una strada “a questa patriota. Non trovo una parola più adatta per Emanuela Loi. Una ragazza che è morta a difesa dei valori più importanti: la giustizia, la lotta al mafia, la dignità del suo paese. Il 19 luglio del 1992 perdevano la vita un grande uomo come Paolo Borsellino e quelli che anche sono stati chiamati, giustamente, i suoi ‘angeli’. Nel presentare questo atto, che verrà iscritto all’ordine del giorno fin dai prossimi Consigli Comunali, colgo l’occasione per esprimere a nome di Fratelli d’Italia piena solidarietà alle forze dell’ordine che quotidianamente mettono in campo il loro impegno per garantirci sicurezza e perfino a repentaglio la loro vita”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento