Politica Anghiari

Elezioni 2021. Economia, turismo e servizi: così si sfidano i tre candidati per la "battaglia d'Anghiari"

La campagna elettorale è ormai agli sgoccioli ed ecco le posizioni dei diversi candidati su temi che animano il dibattito cittadino: dai servizi al turismo, dall'economia alla lotta al degrado

E' una corsa a tre quella per la fascia a sindaco del Comune di Anghiari. A darsi "battaglia" saranno il primo cittadino uscente Alessandro Polcri,  l'ex sindaco (per due mandati tra gli anni Novanta e Duemila) Danilo Bianchi e Mario Checcaglini ex direttore di Confesercenti Arezzo.

La cittadina valtiberina, dai suggestivi vicoli e dagli scorci ricchi di fascino, conta circa 5mila 400 anime. Cittadini che domenica 3 e lunedì 4 ottobre saranno chiamati alle urne e dovranno scegliere chi sarà ad amministrare la città nei prossimi cinque anni. Sono tre le liste a sostegno dei candidati: Patto civico per Anghiari per Danilo Bianchi, Anghiari Unita per Checcaglini, e lista civica Polcri sindaco per il primo cittadino uscente. 

La campagna elettorale è ormai agli sgoccioli ed ecco le posizioni dei diversi candidati su temi che animano il dibattito cittadino: dai servizi al turismo, dall'economia alla lotta al degrado. 

Quale sarà il suo primo provvedimento/obiettivo da raggiungere se sarà eletto?

Bianchi: "Non vi è solo un obbiettivo ma una molteplicità di azioni da attuare. Una delle cose fondamentali è rimettere in piedi la macchina comunale: personale andato in pensione non è stato sostituito e non si è dato corso al necessario turnover, salvo poi vedere l’attuale sindaco assumere personale per il proprio staff personale, cosa mai successa ad Anghiari, peraltro personale reclutato senza alcun concorso. In parallelo si dovrà mettere mano al degrado nel quale versa il centro storico, i rifiuti che lo sommergono, il traffico l’abbandono delle frazioni". 

Checcaglini: "Sono 3 le delibere che saranno fatte a inizio legislatura. La prima riguarda la rinuncia al compenso stabilito dalla legge per la carica di sindaco: sono pensionato e questo mi consente di avere uno stipendio. Le risorse risparmiate saranno destinate al capitolo di bilancio che offre sostegno all’associazionismo, al volontariato e al soccorso delle persone in difficoltà. Intendo poi avviare le procedure per dare vita alla consulta del mondo dell’agricoltura e creare un gruppo di lavoro che consenta al Comune di cogliere le opportunità di investimenti legate al piano di ripresa e resilienza, il Pnrr".

Polcri: “Ce ne sono diversi e se ci sarà continuità nell’amministrazione ci metteremo subito all’opera per concludere entro l’anno gran parte dei progetti in fase di realizzazione e per mettere mano su piazza Baldaccio e su piazza IV Novembre che, oltre al nuovo accesso di Palazzo Corsi con tanto di servizi per i diversamente abili, vedrà una riqualificazione del lato muro fino alla Galleria Magi. In piazzetta della Fonte invece Nuove Acque provvederà al rifacimento dei sottoservizi, mentre il Comune realizzerà un nuovo lastricato in pietra”.

Quali sono le priorità per Anghiari?

Bianchi: "Sono molte. Si parte dal rimettere in campo una macchina amministrativa a temi come i rifiuti (Anghiari ricicla solo il 40% ma dobbiamo puntare al 65%),  rivitalizzare il centro storico e l’Istituto d’Arte, incentivare cultura e turismo, partendo con assessori dedicati e sanando la scelta di questo sindaco di non nominare assessori specifici. La sanità, i servizi alle famiglie e poi le imprese, i giovani. Il tutto cogliendo la sfida della programmazione intercettando i fondi europei. Faremo il regolamento sui fitofarmaci, tutela della salute ed economia: non sono in contrasto al contrario devono svilupparsi assieme".

Checcaglini: "Alcune priorità sono lampanti: realizzare nelle più importanti frazioni alcuni interventi che da troppo tempo chiedono di essere realizzati. Ad esempio marciapiedi, spazi verdi attrezzati, posti auto: un lungo elenco si può leggere nel nostro programma. Ritengo inoltre che le risorse del Pnrr possano consentire ad Anghiari di risolvere la “fame” di parcheggi. La sua conformazione, con il centro in alto e pochi spazi, è tale che se non si trova parcheggio non si possono utilizzare i servizi o fare acquisti. Il centro rischia di svuotarsi".

Polcri: "Innanzitutto l'elemento demografico. Dobbiamo rovesciare il modello di decrescita che sta accompagnando le aree interne dal 2014 in tutto il territorio nazionale: se non si interviene per tempo, fra qualche anno l’emorragia demografica sarà irreversibile. A tal proposito abbiamo stilato 12 punti programmatici per rendere Anghiari sempre più smart e attrattiva per i servizi, la qualità della vita e la sua sostenibilità. Insomma: “  più servizi alle famiglie e più servizi alle imprese".

Servizi alle famiglie: posti nell'asilo nido, servizi pre e post scuola, bonus. Cosa propone?

Bianchi: "Tra le priorità assolute rientra il riportare tutti i servizi esternalizzati nella competenza comunale. Questo si tradurrà nel riportare la mensa per i ragazzi e gli anziani ad una gestione comunale. È fondamentale poter controllare la qualità e provenienza dei cibi. Oggi è tutto in mano ad una cooperativa. Nulla contro le cooperative ma certi servizi devono restare sotto la responsabilità e la gestione pubblica. Stesso concetto vale per il nido e tutti i servizi più delicati. I campi estivi ad esempio devono essere un apporto concreto alle famiglie". 

Checcaglini: "Intendiamo continuare ad investire su questi servizi. Per alcune buone ragioni. Innanzi tutto solo se questi servizi sono efficienti e diffusi le famiglie possono adempiere alle necessità legate al lavoro senza lo stress di doversi destreggiare di dove lascio i figli quando sono al lavoro. In particolare dove questi servizi sono efficaci vediamo che sale l’occupazione, in particolare femminile. Ritengo tra l’altro che lo sviluppo di questi servizi sociali è nella tradizione e nella cultura e delle sensibilità delle forze e delle persone che compongono la lista Anghiari Unita". 

Polcri: "L’asilo nido comunale è un’eccellenza regionale. Siamo l’unico Comune che non ha  liste di attese per i residenti e siamo riusciti in questi cinque anni a calmierare le rette per le famiglie. Nel 2020 e 21 abbiamo sperimentato un bonus per la genitorialità ( 0-6 anni) per accompagnarli nel percorso di crescita.  E’ inoltre nostra intenzione istituire un bonus affitti per la prima casa alle coppie sotto 40 anni. Per il resto abbiamo l’obbligo di preservare i servizi che abbiamo: scuolabus, campi estivi etc" 

Turismo: come rendere ancora più attrattiva Anghiari?

Bianchi: "L’attrattività di Anghiari passa inevitabilmente dalla necessità di ritrovare quel decoro necessario, non solo per il turismo ma in primo luogo anche per gli abitanti stessi. Il centro storico è ormai in balia dei piccioni, la piazza piena di macchine a tutte le ore. Insomma in questi anni abbiamo visto delle associazioni sempre più virtuose e attive, a questo è corrisposta una amministrazione latitante, come già detto come si fa a pensare a turismo e cultura in un paese come Anghiari senza gli assessori dedicati? Infatti i risultati di questa scelta scellerata sono sotto gli occhi di tutti".

Checcaglini: "Anghiari è uno dei borghi più belli d’Italia, può fregiarsi della bandiera arancione ed è città Slow. Quindi ha enormi potenzialità non del tutto colte. Le azioni da fare devono riguardare il miglioramento dell’accoglienza. Occorre inoltre fare più promozione: oggi con gli strumenti social questa attività è meno costosa. Con una buona gestione dei social, promuovendo iniziative e manifestazioni del territorio, possiamo ottenere un ottimo ritorno senza budget ingenti. Occorre poi migliorare anche il decoro urbano. Per questi motivi la nostra lista indicherà un assessore che si dedicherà completamente allo sviluppo del turismo".

Polcri: “Anghiari è uno dei borghi più belli d’Italia. Nel 2019 siamo stati insigniti  del premio del paesaggio europeo. E’ da questo mese siamo anche sede distaccata delle Gallerie degli Uffizi. In sostanza: dobbiamo continuare nel percorso già intrapreso a livello di Valtiberina. Oggi non possiamo prescindere da una visione comune. Per il resto gli eventi  - che siano sportivi o culturali -  sono l’elemento essenziale per far conoscere Anghiari e portare turismo di qualità".

Economia: l'emergenza sanitaria ha messo a dura prova le imprese, come sostenerle nel prossimo quinquennio?

Bianchi: "L’emergenza sanitaria ha reso ancora più evidente la marginalità di Anghiari e della Valtiberina tutta. Dobbiamo lavorare per un ospedale capace di dare risposte. Per quanto attiene le imprese porteremo il livello di tassazione a livelli accettabili. Oggi per le scelte di Polcri le imprese anghiaresi sono le più tartassate della Valtiberina. Pensiamo anche a sgravi e alla riattivazione dell’area industriale di San Leo. E poi la promozione dell’ufficio comunale che chiamiamo “Superbonus 110” al fine di agevolare anche i privati a captare fondi". 

Checcaglini: "Le imprese hanno sofferto in tanti settori, così  il commercio (quello piccolo in particolare) e il turismo (per le lunghe chiusure). I vari rimborsi o ristori sono stati del tutto insufficienti.
Il comune può e deve collaborare con le attività: per questo istituiremo una consulta che coinvolga in primis i loro rappresentanti di categoria.
Dovremo ridurre le tariffe dei servizi rendendoli efficienti senza incrementarle. E per quelle che non dipendono dal comune  ci daremo da fare perché si passi ad una diminuzione". 

Polcri: "Occorre partire dalla tassazione. Siamo stati il primo comune della Valtiberina a differire il saldo tari di un anno. Per il resto dobbiamo rivedere i valori medi di mercato dei terreni fabbricativi e investire per rendere il territorio all’avanguardia per quanto riguarda le infrastrutture e le telecomunicazioni. Non dimentichiamoci poi che Anghiari ha tutti gli strumenti urbanistici già approvati. Non era mai capitato, un segnale importante per famiglie e imprese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2021. Economia, turismo e servizi: così si sfidano i tre candidati per la "battaglia d'Anghiari"

ArezzoNotizie è in caricamento