menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scapecchi (Forza Italia): “Turismo, il Comune di Arezzo si prepari alla fase 3"

Il consigliere di maggioranza: "Necessari investimenti a favore della Fondazione ArezzoInTour per il rilancio turistico della città"

Il consigliere comunale di Forza Italia Federico Scapecchi ha presentato un'interrogazione rivolta all'assessore Marcello Comanducci sui programmi dell'Amministrazione comunale per il rilancio turistico di Arezzo.

"La ripresa economica dopo la crisi sanitaria passa anche da investimenti mirati e vincenti, non solo da misure di sostentamento emergenziale. Per questo ho chiesto all'assessore Marcello Comanducci quali siano i programmi dell'Amministrazione comunale per il rilancio turistico della città di Arezzo.

Con il momentaneo blocco del turismo a causa delle misure di contenimento anti contagio, molte attività locali stanno pagando un caro prezzo e l'auspicio è che, non appena sarà possibile, Arezzo torni al centro delle mete turistiche nazionali e internazionali, anche se in una prima fase è prevedibile un alto tasso di turismo interno.

I previsti aiuti del Governo non hanno un chiaro criterio di riparto tra gli enti e, nel loro complesso non sono minimamente sufficienti. Per questo è a mio avviso imprescindibile il ristoro, da parte dell'Amministrazione comunale, della Fondazione Arezzo Intour per i mancati introiti dell'imposta di soggiorno, che, caso più unico che raro in Italia, sono interamente devoluti alla promozione turistica.

Così facendo, la Fondazione potrà adempiere pienamente al proprio compito, e Arezzo sarà pronta e in prima linea, non appena ci saranno le condizioni, per attrarre di nuovo turisti e visitatori. I denari pubblici investiti avranno un effetto moltiplicatore sull'economia cittadina, ormai trainata non soltanto dal manifatturiero e dal settore orafo, ma anche e soprattutto dal turismo.

Molti territori si stanno preparando con massicci investimenti alla ripartenza del turismo, non possiamo permetterci di rimanere indietro e dobbiamo ritrovare risorse per non fermare i progetti strategici della fondazione.

La risposta dell'assessore Comanducci, che auspica come me una ripresa del settore con il contributo di privati, Camera di Commercio ed altri Enti pubblici, compresa l'Amministrazione aomunale, è un primo passo verso una concreta azione che, per quanto riguarda l'intervento del Comune di Arezzo, dovrà necessariamente passare in tempi brevi da una variazione di bilancio, della quale mi farò promotore".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

  • Scuola

    "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

  • Cucina

    I quaresimali: un peccato di gola concesso anche alle monache

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento