menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Recuperiamo strutture del Pionta per ospitare l'hospice"

Nota di Azione Arezzo: "La struttura sanitaria, che dal 2017 offre ai pazienti aretini e alle loro famiglie assistenza e cure per migliorare la qualità delle ultime fasi di vita, ha subito quest’anno ben due trasferimenti, fino ad essere fornita solamente di 4 posti letto"

"Il parco del Pionta, luogo dalla storia millenaria, si è tristemente trasformato nel simbolo del degrado urbano e sociale della nostra città. Trascinato nel declino, insieme all’intera zona Saione, dall’abbandono amministrativo delle periferie cittadine, è oggi conosciuto principalmente per lo spaccio e le strutture fatiscenti inutilizzate". Attacca così una nota di Azione Arezzo che prosegue.

"Azione, con spirito collaborativo e propositivo, vuole suggerire un punto di partenza per convertire un problema in un’opportunità. Azione sostiene con convinzione l’idea idea del gruppo di amici de 'La fabbrica delle idee' attraverso la quale propone di recuperare le strutture del Pionta per risolvere il problema Hospice.

La pandemia che ci ha colpiti, tra i problemi sanitari ed economici che ha provocato, ha dato un duro colpo anche alla struttura dell’Hospice e ai suoi residenti. La struttura sanitaria, che dal 2017 offre ai pazienti aretini e alle loro famiglie assistenza e cure per migliorare la qualità delle ultime fasi di vita, ha subito quest’anno ben due trasferimenti, fino ad essere fornita solamente di 4 posti letto.

C’è bisogno di una soluzione definitiva per l’Hospice, e questa potrebbe trovarsi nella riqualificazione e recupero degli edifici abbandonati dell’ex ospedale psichiatrico. Il comitato provinciale di Azione crede che possa trattarsi delle migliori strutture in chiave funzionale, data la vicinanza del San Donato e l’inclusione in un’estesa area verde.

Con a cuore la salute degli aretini e lo sviluppo della città, Azione è pronta a collaborare per veder intraprendere celermente, da parte di tutti i soggetti interessati, un piano di ristrutturazione degli edifici abbandonati, rimuovendo i limiti che attualmente sono presenti, così da dare una collocazione stabile all’Hospice e al contempo compiere un primo passo utile e concreto per la riqualificazione e la effettiva restituzione alla città dell’area del Pionta da sviluppare sia come vera e propria cittadella sanitaria che come zona di marcato carattere universitario".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Coronavirus, altri 76 contagi nell'Aretino e 29 persone guarite

social

'Che sarà', il brano ispirato a Cortona che arrivò secondo a Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Le borse più belle del 2021

  • Cucina

    La ricetta dei waffles

  • Psicodialogando

    I 4 motivi che spingono una donna verso l'uomo di potere

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento