Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

Ceccarelli: "La Guardia Medica nelle zone disagiate resti aperta h24"

"Occorre differenziare ed è necessario lasciare attive 24 ore su 24 le postazioni di Guardia Medica nelle realtà periferiche che non possono essere raggiunte in tempi ragionevoli in casi di emergenza"

"Dobbiamo mantenere aperta h24 la Guardia Medica nelle zone disagiate", lo dicono Vincenzo Ceccarelli, Capogruppo PD e componente della Commissione Sanità del Consiglio Regionale e Enrico Sostegni, Presidente della Commissione Sanità del Consiglio Regionale commentando la scelta di sospendere la Guardia Medica dalle ore 24 alle ore 8 allo scopo di reperire personale medico da destinare all’emergenza sanitaria.

“Apprezziamo lo sforzo messo in campo per il contrasto all’emergenza sanitaria legata al Covid e comprendiamo bene la necessità di avere un numero maggiore di medici in disponibilità ma occorre tener presente che la Toscana non è fatta solo di città e grandi centri – spiegano Ceccarelli e Sostegni – al contrario è un territorio vasto e ci sono zone più marginali che non possono essere lasciate scoperte e dove questa scelta rischia di avere gli effetti di un indebolimento dei servizi difficilmente sostenibile dalle comunità locali.  Perciò – concludono Ceccarelli e Sostegni – occorre differenziare ed è necessario lasciare attive 24 ore su 24 le postazioni di Guardia Medica nelle realtà periferiche che non possono essere raggiunte in tempi ragionevoli in casi di emergenza.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceccarelli: "La Guardia Medica nelle zone disagiate resti aperta h24"

ArezzoNotizie è in caricamento