Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Grasso: "Il sindaco vuole chiudere la scuola di Levanella"

"A questo punto non ho dubbi: il sindaco Chiassai Martini vuole chiudere la scuola di Levanella. Sono consapevole di dire una cosa molto forte ma ho il dovere di urlare alla pubblica opinione ed al quartiere di Levanella questa verità di cui oggi...

grasso_francesco_maria-2

"A questo punto non ho dubbi: il sindaco Chiassai Martini vuole chiudere la scuola di Levanella. Sono consapevole di dire una cosa molto forte ma ho il dovere di urlare alla pubblica opinione ed al quartiere di Levanella questa verità di cui oggi sono convintissimo. Perché quando succederà ed il sindaco ci racconterà l'ennesima panzana o bugia di turno, nessuno potrà dire che non era stato detto dalla odierna opposizione."

A lanciare l'allarme è Francesco Maria Grasso consigliere di Montevarchi Democratica.

"Orbene oggi mi arrivano le determine e le delibere di giunta comunale (che in copia vi allego che in via d'urgenza nel mese di maggio e giugno) hanno stanziato fondi per circa 100.000,00 euro per intervenire in due solai delle scuole del pestello e di mercatale per euro 50.000,00 cadauno. Perchè si interviene a mercatale ed al pestello su due solai e/o per distacco dell'intradosso e non si interviene anche su levanella stanziando quella cifra necessaria ( circa da 100 a 150 mila euro) per ripristinare il solaio del piano terra? Ma il sindaco non aveva detto che se si interviene sui solai dobbiamo rifare le scuole nuove per l'adeguamento sismico?

Bugia grossolana detta ai genitori. Con questa bugia ad oggi non ha deliberato nessun atto sulla scuola di Levanella. Nello stesso periodo spendeva circa 100 mila euro sul Pestello e Mercatale. Pertanto come direbbe il Bucci anche uno stupido che quotidianamente va " a sarchiare" basta fare 2+ 2 uguale 4 e non 22 ( come crede il sindaco che i cittadini di montevarchi facciano credendo alle sue panzane giornaliere) e desumere che non vi è interesse di scelta amministrativa del sindaco su Levanella e che la stessa scuola non è una priorità e non importa riportare gli studenti di Levanella nella propria scuola a gennaio 2019. Ora mandiamoli da Prada e poi tanto la gente si dimenticherà del problema. A questo punto la cosa a mio parere diventa chiara e limpida.

La scuola di Levanella non dovrà riaprire ed il quartiere di Levanella non dovrà avere questi servizi spostando i suoi abitanti nelle altre scuole del capoluogo.

Al contrario noi attuale opposizione (che abbiamo programmato e reso grande questa città) pensiamo che Levanella è stata progettata dalle amministrazioni precedenti come un grande quartiere che oltre ad avere Prada e la sua cerniera industriale ed artigianale doveva avere due scuole, un campo sportivo, la viabilità pedonale sulla ex statale, la cassa di espansione, edilizia pubblica ed una grande tangenziale che collega Levanella al ponte Leonardo. E per questo continueremo a lavorare per realizzare quanto progettato una volta rimandata a Siena il sindaco Chiassai Martini."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grasso: "Il sindaco vuole chiudere la scuola di Levanella"

ArezzoNotizie è in caricamento