Politica

Gli assessori Nisini e Tanti: "Stop alla possibilità della teoria gender nelle scuole"

Anche ad Arezzo viene sollevato il caso della possibile introduzione della cosiddetta "teoria gender" nelle scuole. Un'eventualità, che - già da alcuni giorni - è stata smentita dal ministro dell'istruzione Giannini, in risposta ad...

Anche ad Arezzo viene sollevato il caso della possibile introduzione della cosiddetta "teoria gender" nelle scuole. Un'eventualità, che - già da alcuni giorni - è stata smentita dal ministro dell'istruzione Giannini, in risposta ad un'interrogazione della Lega. L'introduzione alla teoria nelle scuole - secondo alcune opposizioni - potrebbe essere nascosta nel riferimento alle pari opportunità e all'educazione alla parità tra i sessi a cui la riforma della scuola fa riferimento. L'idea, ha spiegato il ministro, sarebbe piuttosto quella di attuare "i principi di pari opportunità, di lotta alle discriminazioni, di prevenzione della violenza di genere, fondamentali in una società per formare giovani e adulti responsabili"

tanti2Ad Arezzo, come nelle altre città italiane, è in corso una raccolta firme contro la riforma della scuola, in relazione anche all'eventualità della diffusione della cosiddetta "teoria gender" e nel dibattito sono intervenuti gli assessori comunali di Arezzo Nisini e Tanti: "Dalla parte di chi firma contro la buona scuola e in particolare per fermare la possibilità che la teoria gender entri nelle aule con prepotenza. C'è la volontà di distruggere il concetto di famiglia, ma noi lo vogliamo difendere e tutelare. Per questo il Comune di Arezzo darà massima comunicazione e sostegno a tutti coloro che vorranno firmare contro la riforma della scuola che presenta molti punti oscuri e del tutto negativi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli assessori Nisini e Tanti: "Stop alla possibilità della teoria gender nelle scuole"

ArezzoNotizie è in caricamento