menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Una grande alleanza democratica, uniamoci per salvare l'Italia"

Lettera di Giuseppe Giorgi, consigliere nazionale del Partito Democratico

"Aderisco all’iniziativa dei movimenti, partiti, associazioni, sindacati, che propongono una grande alleanza democratica per una mobilitazione nazionale per il cambiamento. Non si tratta di avvitarsi sui personalismi che ben conosco da anni, personalismi che ho combattuto nel mio partito, il Pd e che poi si sono allontanati nell’avventurismo di nuove frazioni politiche, non mi sono unito agli stupori, l’ho sempre saputo. Ora è tempo di cambiare, come dice l’appello Uniamoci per salvare l’Italia, per rinascere, ricomporre ciò che è disperso, unire ciò che è diviso, donare vicinanza dove c’è solitudine.

Da settimane, lavoro ad una avanzata della frontiera politica, l’ho definita nella forma dei Democratici, un superamento nella forma politica dei vecchi contenitori novecenteschi, ora grandi forze nazionali, sociali, tra cui Acli, Comitati Dossetti, Libera, Arci, Anpi, Fvl, Legambiente, M5s, Pd, Cgil, Cisl, Uil, 6000Sardine, Pci, Prc, lanciano una iniziativa politica per la persona, il lavoro e la socialità. Quel personalismo comunitario che ha contraddistinto la mia azione politica per Arezzo e la mia provincia. La persona umana, la sua centralità per lottare contro “l’insopportabile crescere delle diseguaglianze “e una cultura della comunità in cui la dignità della persona e il lavoro siano basi per una socialità nuova.

Il tempo della pandemia ci pone di fronte a una sfida eccezionale per il cambiamento, in cui la politica, anche quella aretina, sia alternativa della palude attuale. L’alternativa che come recita l’appello di adesione a Uniamoci per salvare l’Italia “unisca giovani e anziani, donne e uomini, religiosi e laici…persone di diverse opinioni, ma unite sui principi dell’antifascismo…dove l’economia sia al servizio della società e della persona, come più volte ricordato anche da Papa Francesco”.

E’il tempo dell’alternativa politica, del movimento nazionale per democrazia, giustizia, lavoro. E’il tempo di una grande alleanza democratica perché la democrazia è un bene grande, mai acquisito per definizione.

Come componente dell’Assemblea Nazionale ho particolarmente apprezzato che il mio partito, il Pd, si sia mosso in direzione di questa iniziativa che trova l’adesione di grandi associazioni democratiche, di servizio civile. Ora Arezzo faccia la sua parte.

Nel territorio, nelle istituzioni, si superino le divisioni, si mettano i talenti della cultura, dell’impegno civile, delle capacità politiche a unire la frontiera dei Democratici per costruire l’alternativa democratica alla stagnazione aretina e che unisca la città divisa.

Concludo riportando le ultime due righe dell’appello “E’ giunto il momento di promuovere con lo sguardo di oggi un impegno democratico e antifascista che viene da lontano: uniamoci per salvare l’Italia, uniamoci per cambiare l’Italia”.

16 gennaio 2021, giornata d’iniziativa politica per l’Italia e Arezzo."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Come si trasforma il nostro corpo quando ci innamoriamo

  • Eventi

    Benedetta Torrini vince Sanremo Newtalent

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento