Politica

La giunta non ci sta e risponde compatta: "Sindaco impegnato per la città mentre l’opposizione fa i teatrini"

“Opposizione solo da post, cartelloni e vignette. Su 44 milioni di euro nemmeno un emendamento o un’idea”

Immagine archivio Arezzo Notizie

Una nota congiunta di tutti e nove gli assessori in risposta alle polmeiche di oggi in consiglio comunale. La nota firmata quindi da Lucia Tanti, Giovanna Carlettini, Alessandro Casi, Simone Chierici, Francesca Lucherini, Monica Manneschi, Alberto Merelli, Marco Sacchetti e Federico Scapecchi ripercorre i contenuti degli atti di oggi.

"44 milioni di euro per le opere pubbliche e la delibera sulla Tari che oggi registra un aumento, sostenibile grazie all’intervento di 2 milioni di euro del Comune che altrimenti sarebbe stato ingestibile (14% in più), a seguito delle scelte imputabili al governo Gentiloni del Pd che ha assegnato alla Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera) le competenze in materia di tariffe sui rifiuti, modalità confermata dal Governo Conte bis (sempre Pd), che di fatto aumenta i costi nelle bollette dei cittadini: questi i temi di oggi in consiglio comunale. Il sindaco  è stato presente ai lavori del consiglio fino alle 11 poi ha partecipato a una riunione per il futuro di Cispel, il soggetto deputato alla armonizzazione delle politiche per i servizi pubblici locali a livello regionale, e si è ricollegato con qualche minuto di ritardo rispetto alla ripresa dei lavori anticipando la necessità di doversi nuovamente assentare perché convocato dal Prefetto per l’edizione del Saracino di settembre. Questi i fatti. L’opposizione, senza chiedere conto di un’assenza assolutamente giustificata, ha deciso di dare il via a una carnevalata mettendo una fascia tricolore, di quelle che vendono i fiorai, a una sedia vuota. Non siamo soliti utilizzare toni accesi ma stavolta bisogna dire: vergogna. Vergogna non per la carnevalata che ormai poco ci sorprende, ma vergogna piuttosto per non aver presentato nemmeno un emendamento a una variazione per le opere pubbliche di 44 milioni di euro; vergogna per non aver avuto il coraggio né di dire “si” né di dire “no” a milioni di euro per Arezzo; vergogna per non aver avuto la capacità di mettere insieme una proposta alternativa che sia una. Il vuoto politico riempito da post, esternazioni, considerazioni utili solo ad avere due righe nel giornale e qualche like su Facebook. L’opposizione “da vignetta” oggi ha veramente toccato il fondo a fronte di un Sindaco che non ha bisogno dei social per esistere ma che lavora, e bene, con passione e impegno e lo fa da sei anni con la stessa determinazione che ci ha permesso di essere di nuovo alla guida della città. Questo il dato politico complessivo; come Giunta ringraziamo il Sindaco per la sua costante azione di indirizzo e di coordinamento che ci consente di lavorare in sinergia nel pieno rispetto delle nostre competenze senza mai lasciarci soli nelle scelte, anche molto difficili, che questo periodo spesso ci mette dinanzi."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La giunta non ci sta e risponde compatta: "Sindaco impegnato per la città mentre l’opposizione fa i teatrini"

ArezzoNotizie è in caricamento