"Quali prospettive per il futuro?". Le domande di Gioventù nazionale al Comune

Di seguito riportiamo la nota stampa diffusa dal comitato aretino Gioventù Nazionale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ArezzoNotizie

L'emergenza Covid-19 sta lentamente passando, e la città di Arezzo, sia per la sua posizione geografica riparata, sia per la pronta risposta delle autorità locali, ne è stata interessata in maniera molto limitata, se paragonata alle scale nazionali e regionali. Gioventù Nazionale Arezzo ci tiene a ringraziare sentitamente tutti gli operatori sanitari, le forze dell'ordine e gli amministratori locali per la loro instancabile ed efficace attività nel contrasto della pandemia che, come ci auguriamo, sarà presto alle nostre spalle. Tuttavia, se si scorge la fine della pandemia, non si può dire la stessa cosa della crisi economica da essa esacerbata; anzi, come prevedono molteplici enti ed agenzie economiche, questa crisi è appena all'inizio.

Gioventù Nazionale Arezzo non intende assolutamente fare della sterile polemica, soprattutto in un periodo come questo, in cui l'unità nazionale, da tanti invocata in maniera quantomai ipocrita confondendola con l'acriticità, dovrebbe davvero essere la base per la ripartenza del nostro Paese. Tuttavia, pur rimanendo solidali a fianco dell'amministrazione comunale, delle domande sorgono spontanee. All'amministrazione comunale Gioventù Nazionale pone alcune domande, e ad esse non deve essere risposto tanto per accontentare i militanti, quanto per dare delle linee guida chiare alla cittadinanza per non lasciare incerto il già precario futuro di molti. Le domande sono: dato il marcato contrasto tra i provvedimenti del governo e quelli della giunta regionale, quali direttive intende seguire il comune di Arezzo? Data l'incipiente crisi economica, quali saranno le prospettive economiche e lavorative per le imprese aretine nel prossimo futuro? Verranno adottati provvedimenti per salvaguardarle? Date le premesse della domanda precedente, quali saranno le prospettive per i giovani, che già prima della pandemia ne avevano di scarse? Verranno adottare risoluzioni, anche indipendenti, per favorirne l'inserimento del mondo del lavoro al fine di fargli riassumere competitività e positiva dinamicità? Gioventù Nazionale Arezzo ribadisce che il suo intento non è quello di fare inutili polemiche, ma semplicemente quello di cercare di fare un po' di chiarezza, cosa che, complice la grande confusione generata dalla pandemia, ha latitato negli ultimi due mesi un po' in tutte le sfere. Per questo ritiene che queste tre domande precise e dirette possano portare chi di dovere ad un'utile riflessione, e che le risposte ad esse possano fornire alla cittadinanza delle chiare linee guida per il futuro.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento