Chiude il supermercato di zona San Donato, Gioventù Nazionale: "Una situazione insostenibile per i residenti"

Il commento sulla chiusura annunciata dell'unico punto vendita della zona

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ArezzoNotizie

Il supermecato ’Carrefour Express’ in zona San Donato il 31 dicembre prossimo chiuderà i battenti. Una notizia che non ha lasciato indifferenti i numerosi residenti della zona che si ritroveranno senza un'attività commerciale così importante, soprattutto in un periodo come questo dove sono limitati gli spostamenti individuali. Dal 1° gennaio gli abitanti di zona San Donato saranno costretti a spostarsi più lontano per andare a fare la spesa. E' partita una petizione contro la chiusura che verrà inviata al sindaco Ghinelli. Sul tema è intervenuta anche Gioventù Nazionale Arezzo.

"Gioventù Nazionale Arezzo si pronuncia con fermezza contro la chiusura programmata per il prossimo 31 dicembre del punto vendita Carrefour in zona San Donato ed è vicina ai cittadini che a causa di ciò si troveranno in una situazione di profondo disagio. Un quartiere grande come quello di San Donato non può rimanere senza un supermercato, peraltro la sua più grande attività commerciale: sarebbe una situazione insostenibile per i residenti, molti dei quali sono anziani e considerano l’attuale centro Carrefour, ex-Simply, come un fondamentale punto di riferimento. Alla luce poi dell’attuale situazione sanitaria sarebbe necessario limitare il più possibile gli spostamenti individuali, cosa che con la chiusura del supermercato non sarebbe più possibile e costringerebbe ad andare a fare la spesa in altri punti vendita più lontani. Ribadendo la libertà di manovra del soggetto privato, è tuttavia doveroso riconoscere che il servizio offerto dal punto vendita è di prima necessità e insostituibile, e che non può venire meno all’improvviso senza causare gravi problemi, soprattutto se non è garantita un’adeguata alternativa. Se gli si permettesse di chiudere sarebbe una gran perdita, la quale potrebbe non essere così facile da colmare di questi tempi. Gioventù Nazionale Arezzo esprime la sua più totale solidarietà ai residenti di San Donato, e farà tutto ciò che è in suo potere per sostenerli. Si invitano i vertici dell’azienda a ripensarci e chi può, se possibile, ad interessarsi, magari per portare una nuova catena a prenderne il posto. Questa faccenda non va fatta passare sotto silenzio, e ci assicureremo che non lo sia. Gioventù Nazionale Arezzo è sempre in prima linea a fianco dei cittadini, soprattutto oggi in questo difficile momento". 

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento