Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Ghinelli e Tanti promuovono un referendum per tornare alla Asl di Arezzo, senza Siena e Grosseto

"Il Comune - dicono sindaco e vice - sarà capofila di una poderosa mobilitazione referendaria aperta a tutte le forze che lo vorranno. Non importa chi è arrivato prima e chi dopo". Ieri l'attacco alle Aslone del consigliere di opposizione Agnolucci

Da sinistra il sindaco Alessandro Ghinelli e la vice Lucia Tanti (archivio)

Un referendum per abolire le Asl di area vasta e tornare a quelle provinciali. A promuoverlo sono il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli e la vice Lucia Tanti. Una nota che arriva il giorno dopo le bordate sul tema del consigliere comunale (di opposizione) Angelo Agnolucci.

"Il Comune - spiega una nota - sarà capofila di una poderosa mobilitazione referendaria aperta a tutte le forze che lo vorranno. Non importa chi è arrivato prima e chi dopo - le valutazioni politiche le faremo in un altro momento - adesso quello che importa è stare tutti uniti come città e dare una spallata definitiva al disegno imposto dalla politica regionale sanitaria. Tutti: dalle forze del centrodestra, da sempre contrarie alla aslona, alle forze di centrosinistra che hanno comunque nelle loro fila persone consapevoli del collasso del sistema - come il consigliere comunale Agnolucci- dalle realtà civiche che hanno detto cose nel solco di questa nostra antica battaglia - pensiamo a Marco Donati - fino ovviamente ai sindacati, alle associazioni e ai singoli cittadini, passando per i sindaci del territorio. A settembre il Comune di Arezzo quindi darà il via ad una poderosa mobilitazione referendaria municipale per abolire l'aslona e questo sarà l'atto iniziale di una 'rivoluzione' complessiva del sistema sanitario. Il discrimine sarà tra chi sta con Arezzo e chi sta contro Arezzo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ghinelli e Tanti promuovono un referendum per tornare alla Asl di Arezzo, senza Siena e Grosseto

ArezzoNotizie è in caricamento