Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Fratelli d'Italia annuncia mozione a tutela degli insegnati

Al prossimo consiglio comunale di Arezzo verrà discussa la mozione a tutela degli insegnanti diplomati ed abilitati ad Arezzo e in italia. Questa la presa di posizione di Fratelli d'Italia: Dopo che la sentenza del Consiglio di Stato del 20...

carlettini-chizoniti-consiglio-fdl

Al prossimo consiglio comunale di Arezzo verrà discussa la mozione a tutela degli insegnanti diplomati ed abilitati ad Arezzo e in italia.

Questa la presa di posizione di Fratelli d'Italia:

Dopo che la sentenza del Consiglio di Stato del 20 dicembre 2017, ha negato il valore abilitante del diploma magistrale, conseguito entro l'anno scolastico 2001-2002, ha messo a rischio il posto di lavoro a tempo indeterminato e

la presenza nelle graduatorie ad esaurimento per circa 55 mila docenti diplomati della scuola primaria e purtroppo il parere dell'avvocatura di Stato si è posto sulla stessa linea

della sentenza e, ormai, in diverse città Italiane, sono arrivati da parte del MIUR i primi provvedimenti di depennamento dalle GaE e di revoca del ruolo. Nella nostra città e in Italia rischiano il

posto di lavoro molte persone.

Si tratta di lavoratori che in questi ultimi anni hanno assicurato il servizio scolastico ai nostri figli e che invece di veder riconosciuto il loro impegno dallo Stato vengono ripagati con il licenziamento o con la retrocessione.

La riforma della cosiddetta "Buona Scuola" dei governi di centro sinistra, che avrebbe dovuto stabilizzare i docenti, in realtà non è servita a niente se non a incrementare la schiera dei precari a vita e dei disoccupati.

Dunque con la mozione i consiglieri comunali Carlettini Giovanna e Domenico Chizoniti ed il dipartimento scuola di Arezzo di FdI, chiedono che il consiglio comunale di Arezzo deliberi di dare mandato al Sindaco di Arezzo e alla giunta di chiedere e sollecitare il Governo in carica e l'attuale Ministro dell'Istruzione affinché:

1) o siano tutelati sia i diritti degli insegnanti quali lavoratori sia il bene degli studenti tramite la sospensione dei licenziamenti e dei depennamenti e lo sblocco immediato delle GaE dal momento che per effetto dello svuotamento delle GaE, senza un subitaneo intervento, con difficoltà si riuscirà a coprire con il personale disponibile le cattedre vacanti e a garantire il principio fondamentale della continuità didattica e quindi ad assicurare un corretto inizio del prossimo anno scolastico;

2) oppure, con l'adozione di ogni idoneo provvedimento, che siano tutelati sia i diritti degli insegnanti quali lavoratori sia il bene degli studenti garantendo il principio fondamentale della continuità didattica ed assicurando un corretto inizio del prossimo anno scolastico.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli d'Italia annuncia mozione a tutela degli insegnati

ArezzoNotizie è in caricamento