Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

Apa e Cornacchini (Forza Italia): "Serve un garante della terza età"

Forza Italia propone la proposta di deliberazione per la “istituzione del garante dei diritti degli anziani e contestuale approvazione del relativo regolamento”

"Tra storia, conoscenze, esperienze e tradizioni, gli anziani rappresentano un autentico scrigno sociale. Sono le migliori risorse, anche morali, a disposizione dell’Italia, e pertanto vanno preservati e tutelati anche nei loro diritti".

È da queste premesse che il gruppo consiliare di Forza Italia, su input del responsabile regionale seniores Gianfranco Sangaletti, ha ufficialmente presentato la proposta di deliberazione per la “istituzione del garante dei diritti degli anziani e contestuale approvazione del relativo regolamento” nel Comune di Arezzo.

"Una proposta – spiegano i forzisti Jacopo Apa e Meri Stella Cornacchini – dalla forte valenza sociale, che va verso una sempre maggiore attenzione nei confronti di queste persone nell’ottica di una valorizzazione del loro prezioso apporto alla nostra comunità.

Un contributo che si esprime non soltanto in termine di esperienza, conservazione e trasmissione della memoria storica – proseguono – ma anche di sostegno attivo alle famiglie. Oggi più che mai, i nonni e le nonne sono la colonna portante delle famiglie. Sono necessarie, quindi, misure di protezione per questa fascia di popolazione".

L’iniziativa dei rappresentanti aretini di Forza Italia si inserisce in un filone di tutela e valorizzazione iniziato in parlamento dall’onorevole Cristina Rossello, che sulla base delle medesime premesse ha recentemente presentato alla camera dei deputati il disegno di Legge n.3104 per la “Istituzione dell’Autorità garante dei diritti delle persone anziane”.

Non dovrà trattarsi di un ruolo di facciata – precisano i forzisti – bensì il garante dei diritti degli anziani è un istituto indipendente, di stimolo, di promozione, che si occupa del rispetto dei diritti di tutte le persone anziane nell’agire dell’Amministrazione e degli altri soggetti che operano nella comunità, non come organo sovra-ordinato, ma come figura terza di garanzia. Per lo svolgimento dei propri compiti la funzione del garante è gratuita, salvo il rimborso delle spese documentate”. 

"Realizzare progetti di sostegno per non farli sentire soli e sostenere le famiglie. Misure di protezione per questa fascia di popolazione sono necessarie e vengono riconosciute come tali anche a livello comunitario  L’emergenza sanitaria legata al Covid ha purtroppo evidenziato l’esigenza di mettere al centro delle politiche la terza età. Per tale motivo riteniamo urgente istituire tale figura che apporterebbe, al tempo stesso, sostanziali tutele a tutto il nucleo familiare oltre a tutti i cittadini della nostra città di Arezzo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apa e Cornacchini (Forza Italia): "Serve un garante della terza età"

ArezzoNotizie è in caricamento