Politica

Forza Italia, Mugnai: "C'è ottimismo come alle amministrative, in Toscana il sistema Pd non funziona più"

Un dipendente pubblico, un professore, un pensionato e un'educatrice di scuola d'infanzia. Stefano Mugnai guida il listino del plurinominale del Collegio 4 che comprende Arezzo, Siena e Grosseto per la Camera, Felice Maurizio D'Ettore (appena...

forza italia4-2

Un dipendente pubblico, un professore, un pensionato e un'educatrice di scuola d'infanzia. Stefano Mugnai guida il listino del plurinominale del Collegio 4 che comprende Arezzo, Siena e Grosseto per la Camera, Felice Maurizio D'Ettore (appena sbarcato anche su Facebook), sfiderà Marco Donati del Pd e Lucio Bianchi del Movimento Cinque Stelle nel collegio 7 di Arezzo all'uninominale alla Camera, Gianfranco Sangaletti è il secondo nel listino del proporzionale per il Senato nel collegio 2 di Arezzo Pisa e Livorno, infine Sabrina di Milo è quarta nel listino del proporzionale alla Camera. Questi sono i candidati aretini di Forza Italia, tutti storici iscritti.

Si sono presentati in squadra ad Arezzo con la pisana Raffaella Bonsangue che è capolista al Senato.

"C'è ottimismo - ha detto Mugnai - perché si può vincere anche sulla scia dei successi avuti nei principali comuni aretini alle amministrative. Abbiamo composto la migliore squadra possibile e quanto deciso dal partito a livello regionale è stato rispettato, c'è alta rappresentanza territoriale."

Comporre le liste è stato un lungo lavoro durato 20 giorni. "Su una sola cosa Renzi ha avuto ragione, è stato un periodo massacrante". Poi i riferimenti ai sondaggi che in particolar modo quello alla Camera vede una sfida ancora aperta con Marco Donati al 34,4% e D'Ettore al 30, 6%.

"Il vento sta soffiando per un consolidamento, una tendenza cristallizzata anche dai sondaggi - ha aggiunto Mugnai - i segnali sono chiari anche qui in Toscana dove appare evidente che il sistema del Partito Democratico non funziona più e dopo la composizione delle liste non può che chiamarsi Partito di Renzi."

I temi:

"Al centro del programma c'è l'abbassamento della pressione fiscale - ha specifica D'Ettore - la tutela della famiglia e il rilancio delle imprese, che sono centrali che devono avere un sistema bancario che sia il loro volano e non un sistema bancario che sia volano di qualche famiglia."

Il riferimento a Banca Etruria e al caso Boschi è evidente "ricordo in città si diceva che avere il vice presidente padre dell'allora ministro avrebbe risolto tutti i problemi della banca" ha detto Mugnai "è evidente che occuparsi del territorio come ha fatto lei, con il padre lì, non aveva senso."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia, Mugnai: "C'è ottimismo come alle amministrative, in Toscana il sistema Pd non funziona più"

ArezzoNotizie è in caricamento