menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vertice di Forza Italia, verso la verifica totale con il sindaco Ghinelli. La litigata social tra Tanti e Scapecchi

Il Raro festival con i suoi costi, quasi più dell'inchiesta Coingas ha mosso le acque e provocato reazioni. Tanto che andare alla Traviata è sembrato assumere il significato di "io sto con Ghinelli"

Nessuna sfiducia, nemmeno una richiesta di rimpasto in giunta, almeno per il momento. Mosse politiche che potrebbero scattare più avanti, forse dopo l'estate. Certo è che non tira aria del tutto serena intorno alla giunta Ghinelli.

Ieri pomeriggio si è tenuto il tanto atteso vertice di Forza Italia ad Arezzo. Alla presenza del senatore Felice Maurizio D’Ettore e del coordinatore azzurro Bernardo Mennini si è riunito il gruppo consiliare del partito, composto da 7 membri e recentemente rafforzato numericamente dall’arrivo di Angelo Rossi e Mery Cornacchini, fuoriusciti dal gruppo di OraGhinelli. 
Nei giorni scorsi il caso Coingas e le prese di posizione di Rossi sui costi del Raro festival avevano provocato mal di pancia e malumori nella giunta e soprattutto nel sindaco Alessandro Ghinelli che aveva chiesto un confronto con il partito che fa parte della coalizione di maggioranza. 
Il confronto con il primo cittadino arriverà, a tempo debito. Nella riunione di ieri, durata oltre due ore, consiglieri e vertici del partito, seppur sorpresi dalle dichiarazioni del sindaco, hanno voluto ribadire la volontà di una verifica con Ghinelli, ma allargata a tutti i temi dell’amministrazione e dell’attuale dibattito politico.

Raro Festival: il sindaco difende la sua creatura, voce contro di Angelo Rossi

E quindi nel confronto politico con il sindaco ci finiranno il Raro Festival, l’inchiesta Coingas per la quale il sindaco risulta sotto indagine per favoreggiamento e altri temi di stretta attualità. Nel vortice giudiziario, coinvolto anche l'assessore alle partecipate Alberto Merelli, per il quale nei primi giorni si parlava di possibili dimissioni. Ma che il sindaco ha blindato, almeno per il momento.

"Piena fiducia nell'assessore Merelli e nella Magistratura"

Il Raro Festival diventa un caso politico: silenzio di Lega e OraGhinelli

Le reazioni politiche all'inchiesta Coingas

Raro Festival, che è stato la scintilla anche per una litigata social tra l'azzurro Federico Scapecchi e Lucia Tanti, assessore in quota Forza Italia, ma con la quale il partito lamenta difficoltà di comunicazione e condivisione.

Lo scambio a suon di botta e risposta questa volta è partito con l'annuncio di Tanti che sarebbe andata alla prima rappresentazione della Traviata degli specchi all'anfiteatro invece che ad una cena di partito.

"Il Raro Festival - suo malgrado e ben al di là di ciò che rappresenta in sé - è stato ridotto a discrimine ideale tra chi sta con Ghinelli e chi vi si oppone. 
Per questo esclusivo motivo - quindi politico - stasera io sarò a sentire "Traviata" anche se nella mia agenda vi era un altro invito a cui pure tenevo moltissimo di dare riscontro di presenza. E mi spiace non esserci.
Tutto il resto, valutazioni e opinioni sul Raro Festival comprese, verranno dopo. Verranno, certo ed è un bene che vengano. Ma verranno e vengono molto dopo, sia nella forma che nella sostanza." L'assessore Tanti ha quindi disertato, il 26 luglio scorso, un appuntamento di partito per andare alla Traviata, per dimostrare di stare politicamente con Ghinelli.

Stizzita la reazione di Scapecchi che gli risponde:

"Lucia la Traviata c'è anche domenica e ci sono biglietti disponibili, trova un altra scusa per non venire alla cena del tuo partito perché questa offende la tua e nostra inteligenza. Vuoi dire che chi stasera va alla Traviata sta con Ghinelli e chi non ci va è contro? Quindi io sarei contro? E per stare con Ghinelli bisogna andare per forza alla Traviata?..... Nel giro di due mesi hai dato buca due volte a due eventi del partito a un paio d'ore dall'inizio, mancando di rispetto a chi ha organizzato, tra cui anche me, e io vengo a saperlo da Facebook." 

Cosa chiederà Forza Italia al sindaco Ghinelli? Un rimpasto per avere più peso politico nella giunta? Le dimissioni? Minaccerà di firmare la sfiducia insieme alle opposizioni? Difficile capire quale escalation possibile ci sarà, anche perché dal nazionale tirano venti di scissione con il lancio del progetto di Toti al quale sia Tanti che alcun consiglieri guardano con favore per evitare una debacle incalcolabile di Forza Italia alle prossime elezioni.

Sul tavolo le questioni aperte sono tante, piccole e grandi. Se la distanza tra Tanti e Forza Italia sarà questa, il partito guidato da Mennini potrebbe chiedere conto al sindaco di nominare un nuovo assessore "azzurro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento